Top

Il Brasile verso il ballottaggio: il fascista Bolsonaro al 58% nei sondaggi

Jair Bolsonaro si è dichiarato "ammiratore" del presidente Donald Trump. "Non sono di estrema destra"

Bolsonaro
Bolsonaro

globalist

12 Ottobre 2018 - 08.13


Preroll

Jair Bolsonaro, il candidato di estrema destra, parte in chiaro vantaggio verso il secondo turno delle presidenziali del 28 ottobre in Brasile, con il 58% dei voti validi, contro il 42% di Fernando Haddad, il delfino di Lula da Silva del Partito dei Lavoratori (Pt).
    Questo il quadro dipinto dal primo sondaggio della Datafolha, diffuso oggi e realizzato dopo il primo turno delle presidenziali, domenica scorsa, nel quale Bolsonaro ha ottenuto il 46% dei voti e Haddad il 29%.
    Il conteggio dei voti validi esclude il voto in bianco o annullato e l’astensione, come nello scrutinio alla chiusura dei seggi. In voti totali, che comprendono anche quelli, Bolsonaro è al 49 e Haddad al 36%.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Jair Bolsonaro si è dichiarato “ammiratore” del presidente Donald Trump. “Non sono di estrema destra. Indicatemi un solo mio atto che è di estrema destra. Ho parlato della questione della migrazione perché non possiamo avere un Paese con frontiere aperte. Sono un ammiratore del presidente Trump. Lui vuole che gli Usa siano grandi e io voglio un grande Brasile”.

Middle placement Mobile

Intimidazioni, insulti, aggressioni, perfino delitti. In Brasile, la vittoria al primo turno delle elezioni presidenziali di Jair Bolsonaro, candidato dell’estrema destra, sta comportando già le prime conseguenze. A farne le spese, la comunità omosessuale della nazione latino-americana. Una giornalista del quotidiano francese Le Monde ha riportato una lunga serie di segnali allarmanti: atti vili di persone che, evidentemente, si sentono in qualche modo protette dal fatto che il prossimo presidente sarà con ogni probabilità un omofobo.

Dynamic 1

 

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage