Della Vedova: "Insulti, minacce e antisemitismo, questo è l'armamentario di Pontida"
Top

Della Vedova: "Insulti, minacce e antisemitismo, questo è l'armamentario di Pontida"

Il segretario di +Europa avverte: "Questo è lo stesso armamentario usato dai cinque stelle, cosa che troppo velocemente stiamo dimenticando"

Benedetto Della Vedova
Benedetto Della Vedova
Preroll

globalist Modifica articolo

15 Settembre 2019 - 16.11


ATF

Lo squallido spettacolo di Pontida ha inorridito tutta l’area democratica del governo. Si esprime anche il segretario di +Europa, Benedetto Della Vedova, che ha affermato: “A Pontida è stato insultato Gad Lerner, aggredito un giornalista di Repubblica, si è istigato all’odio verso il Capo dello Stato Sergio Mattarella. Aggressivi messaggi di ostilità per la libera stampa, antisemitismo e insulti alle più alte cariche istituzionali: un pericoloso armamentario da forza populista. Lo stesso armamentario utilizzato con violenta efficacia dal Movimento 5 Stelle, che oggi troppi sembrano frettolosamente e gratuitamente rimuovere, tra liste di proscrizione per i giornalisti e richiesta di impeachment per Mattarella”.
“Salvini e Di Maio sono oggi avversari, ma non per questo hanno smesso di condividere la comune matrice populista. Ieri come oggi la nostra solidarietà liberal-democratica al presidente della Repubblica e a chi lavora per garantire il diritto all’informazione”, conclude.

Leggi anche:  No alle parole 'sindaca' e 'avvocata': la Lega vuole vietare il genere femminile
Native

Articoli correlati