Fontana sbotta: "Bisogna rispettare le misure, sono pronto a chiedere l'esercito"

Il presidente della regione Lombaria sui troppi che sottovalutano il coronavirus: "Un segnale tutti i cittadini che vanno in strada nonostante l'emergenza. Non è una vacanza, è una guerra".

Il governatore della Lombardia Attilio Fontana

Il governatore della Lombardia Attilio Fontana

globalist 19 marzo 2020
Parole nette, in attesa di una nuova stretta del governo: la situazione è drammatica: "Ho avuto un lungo colloquio con il ministro Boccia e stiamo facendo in modo che le misure adottate vengano rispettate".
A parlare a "Pomeriggio Cinque" è il governatore della Lombardia, Attilio Fontana, che ha fatto sapere che chiederà "l'estensione in tutta la regione del programma 'strade sicure'" dell'Esercito "per dare un elemento di deterrenza" a tutti i cittadini che continuano a circolare in strada nonostante l'emergenza coronavirus. 
 "Non è una vacanza per cui si va al parco, è una guerra - ha concluo Fontana che conclude - in guerra, normalmente, si hanno restrizioni e sacrifici molto maggiori"