Migranti, i radicali contro il governo Meloni: "Lo stato di emergenza atto di grave cecità"
Top

Migranti, i radicali contro il governo Meloni: "Lo stato di emergenza atto di grave cecità"

Massimiliano Iervolino, segretario di Radicali Italia. critica il governo Meloni per lo stato di emergenza sull'immigrazione"

Migranti, i radicali contro il governo Meloni: "Lo stato di emergenza atto di grave cecità"
Massimiliano Iervolino Segretario di Radicali Italiani
Preroll

globalist Modifica articolo

11 Aprile 2023 - 23.25


ATF

Dal blocco navale inesistente «Dunque il governo Meloni ha deliberato lo stato di emergenza su tutto il territorio nazionale per l’aumentare di arrivi di migranti. Ci sembra un atto di grave cecità dagli esiti incerti e peggiorativi». Lo dice in una nota Massimiliano Iervolino, segretario di Radicali Italia.

«Dice bene il ministro Musumeci quando, rispetto allo stato di emergenza, dichiara: `sia chiaro, non si risolve il problema´. Infatti è così. Il fenomeno migratorio non si risolve certo con una dichiarazione di emergenza ma governandolo come, d’altronde, ripetiamo da anni anche e soprattutto attraverso la campagna e la PdL `Ero straniero´ destinata a superare la Bossi-Fini regolando con pragmatismo i flussi migratori, dando certezze e tutele a chi vuole lavorare e ai datori di lavoro”.

“Davanti a un fenomeno che i millenni hanno dimostrato essere ampiamente strutturale il governo non ha altre idee o proposte che quello di dichiarare l’emergenza, nella speranza di costringere l’Europa a toglierci le castagne dal fuoco. L’Italia, a quanto pare, è una Repubblica fondata sulle continue emergenze”, conclude. 

Leggi anche:  Migranti, assolto l'equipaggio della nave Iuventa: l'accusa era di favoreggiamento all'immigrazione clandestina
Native

Articoli correlati