I radicali italiani: "Revocare tutte le cittadinanze a un criminale come Mussolini"
Top

I radicali italiani: "Revocare tutte le cittadinanze a un criminale come Mussolini"

Igor Boni, presidente nazionale dei Radicali Italiani e Giulio Manfredi, membro della giunta del partito lancia una proposta

I radicali italiani: "Revocare tutte le cittadinanze a un criminale come Mussolini"
Preroll

globalist Modifica articolo

11 Luglio 2023 - 18.56


ATF

Ci immaginiamo tra 20 o 30 anni commemorazioni di Putin in Ucraina? O di al-Baghdadi in Iraq o Siria? In Italia un criminale dittatore, invece, è ancora omaggiato.

«Mentre in Spagna il governo ritira le medaglie al merito consegnate a Franco e ai franchisti, in nome della memoria democratica, in Italia, al contrario, vengono mantenute nel disinteresse dei nostri Governi le cittadinanze onorarie al Duce Benito Mussolini. Esempio eclatante e scandaloso quello del comune di Pezzana, nel Vercellese, che non solo ha mantenuto la cittadinanza ma con una vergognosa delibera l’ha nuovamente conferita».

Lo dichiarano Igor Boni, presidente nazionale dei Radicali Italiani e Giulio Manfredi, membro della giunta del partito.

«Differenze sostanziali – aggiungono – che dimostrano approcci diametralmente opposti. Chi si appella al contrasto contro la Cancel Culture è fuori obiettivo. Non si tratta di cancellare la storia, di eliminare nomi di vie o abbattere statue. Qui si tratta di ritirare indecenti riconoscimenti che le nostre Istituzioni, a nome di tutti i cittadini, hanno consegnato nelle mani di un criminale come Mussolini. Si tratta di fare un atto dovuto alla memoria di chi ha lottato per la democrazia e la liberazione in questo paese. Se questo nostro Governo di destra facesse la stessa cosa fatta dal Governo spagnolo compirebbe un atto che sarebbe non solo da apprezzare, ma letteralmente rivoluzionario».

Leggi anche:  Ustica, la destra vuole 'vietare' la possibilità di cancellare la cittadinanza onoraria a Mussolini
Native

Articoli correlati