Lupi dimentica i distinguo di Meloni e Salvini: "La sinistra dice che a destra prevale la cultura no-vax"
Top

Lupi dimentica i distinguo di Meloni e Salvini: "La sinistra dice che a destra prevale la cultura no-vax"

Il leader di Non Moderati Maurizio Lupi si offende ma dimentica le posizioni ambigue della Lega, la lotta alle restrizioni di Fdi e nessun appello alla vaccinazione

Lupi dimentica i distinguo di Meloni e Salvini: "La sinistra dice che a destra prevale la cultura no-vax"
Preroll

globalist Modifica articolo

29 Agosto 2022 - 18.31


ATF

Beh, diciamo che nel pieno della pandemia ci sono stati due partiti e due leader ad attaccare quasi sempre le norme di contenimento del Covid: la presidente di Fratelli D’Italia Giorgia Meloni e il capo della Lega Matteo Salvini, che è addirittura arrivato a definirsi free vax mentre tutti raccomandavano a politici e persone pubbliche di propagandare l’uso del vaccino per salvare vite umane.

E ora che la destra amica di Bolsonaro e Trump (due negazionisti) è chiamata a rispondere delle sue ambiguità sui vaccini si offendono, come Maurizio Lupi.

 “La sinistra tenta ancora una volta, senza riuscirci, di far apparire il Centrodestra per quel che non è: non è vero che a destra prevale la cultura novax, come cinguetta immotivatamente sui social Enrico Letta. Sono i numeri a parlare: la campagna vaccinale è arrivata al 92% di copertura, un risultato straordinario come hanno anche riconosciuto gli enti internazionali; se ci fossero state delle ambiguità all’interno del governo e tra le forze che lo sostenevano non saremmo mai arrivati a tanto. E questo esito arriva da un governo di unità nazionale, quindi anche col contributo del Centrodestra”.

Leggi anche:  Michele Santoro lancia la lista "Pace, terra e dignità": "La sinistra è in frantumi, puntiamo a chi non vota più"

“A tal proposito – ha detto – voglio ancora ricordare il prezioso lavoro svolto dal nostro sottosegretario alla Salute Andrea Costa, in prima linea nella promozione della campagna vaccinale e nella lotta alle fake news e agli antivaccinisti. Un successo, quello della campagna vaccinale, che nessuno anche all’estero pensava avremmo mai raggiunto e che è stato raggiunto anche e soprattutto grazie all’opera delle Regioni, in gran parte amministrate dal Centrodestra: Veneto, Lombardia, Liguria e Piemonte sono state tra le più virtuose, con i cittadini che hanno aderito in massa alle chiamate della scienza medica. Voglio anche sottolineare quanto usare il Covid in campagna elettorale sia meschino e profondamente irrispettoso per medici, infermieri e personale sanitario che hanno combattuto l’emergenza sanitaria e si sono sacrificati per il bene dei cittadini, come lo è per tutte le persone che hanno perso la vita a causa del virus”. 

Parole del capo politico di Noi moderati, Maurizio Lupi. Alleato degli estremisti.

Native

Articoli correlati