Top

Nardella: "Al Mattarella bis ci si deve arrivare per convinzione, non per disperazione"

Il sindaco di Firenze: "Serve un profilo giusto per l'Italia di oggi, perché dobbiamo attuare il Pnrr e affrontare la crisi energetica, quella sanitaria e una ripresa economica tutta da consolidare".

Nardella: "Al Mattarella bis ci si deve arrivare per convinzione, non per disperazione"
Nardella

globalist Modifica articolo

18 Gennaio 2022 - 16.49


Preroll

Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, a ‘Un Giorno da Pecora’ su Rai Radio 1, ha ribadito il no all’ipotesi di Berlusconi Presidente della Repubblica, ma ha sottolineato che “non deve destare scandalo sostenere o votare una figura non eccessivamente schierata politicamente, se capace di rappresentare il Paese nella sua interezza e una maggioranza parlamentare più larga possibile”. 

OutStream Desktop
Top right Mobile

Dicendo di no al leader di Forza Italia, spiega, nel Pd “intanto sappiamo chi non vogliamo”. E se è “passato il tempo in cui la sinistra si faceva ossessionare da Berlusconi, perché così perdeva sempre, resta giusto ragionare sul profilo e sul metodo”.

Middle placement Mobile

In questo senso “scegliere una figura così esposta politicamente non è la strada migliore”. Per Nardella, in sostanza, il punto resta il metodo: “Serve un profilo giusto per l’Italia di oggi, perché dobbiamo attuare il Pnrr e affrontare la crisi energetica, quella sanitaria e una ripresa economica tutta da consolidare”.

Dynamic 1

Quindi “non si può scherzare sul Quirinale”. In campo c’è anche un secondo incarico da affidare all’attuale presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. E su questo il sindaco osserva: “Vedo che c’è un dibattito in campo. Però a un Mattarella bis non si può arrivare per disperazione, ma per convinzione”.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile