Top

Scalfarotto mette le mani avanti sul ddl Zan: "In aula sarà un Vietnam. La Lega farà ostruzionismo"

Lo ha detto il sottosegretario all' Interno Ivan Scalfarotto in un'intervista a 'La Stampa'

Ivan Scalfarotto
Ivan Scalfarotto

globalist

12 Luglio 2021 - 13.25


Preroll

Per approvare il ddl Zan non basterebbe il voto di Italia viva. Da domani “sarà il Vietnam, la Lega fara’ ostruzionismo, ci saranno molti voti segreti. Il M5s sta vivendo la fase che sappiamo, ci sono dubbi nel Pd…chi puo’ garantire che ci sara’ la compattezza che serve”.
Lo ha detto il sottosegretario all’ Interno Ivan Scalfarotto in un’intervista a ‘La Stampa’. Italia Viva ha votato il provvedimento alla Camera, “ma il problema è che già da domani vedremo un ostruzionismo molto spinto, visto che si e’ deciso di andare in aula col muro contro muro. Il regolamento offre strumenti ficcanti a chi si oppone. Non credo che riusciremo a fare i primi voti prestissimo, le destre si iscriveranno in massa a parlare, presenteranno pregiudiziali di costituzionalità” ha aggiunto.
“Noi stiamo cercando di trovare un accordo che permetta di approvare il provvedimento – ha spiegato – il rischio in questo momento e’ che il testo Zan non diventi mai legge”. Il segretario del Pd dice che se Iv votasse compatta il ddl Zan passerebbe: “Letta sa che non è così – ja commentato Scalfarotto – lo stesso Zan ha detto: andiamo in aula incrociando le dita. Ma incrociare le dita non e’ una strategia parlamentare”.
Italia Viva ha fatto “una proposta, modificare il testo Zan con una formula che era in un testo che avevo firmato io, un ddl che aveva firmato anche Zan, la Pollastrini, la Serracchiani, Orfini. Per noi la soluzione puo’ essere spostare l’attenzione dalle caratteristiche delle vittime – l’orientamento sessuale e l’identita’ di genere – al movente del reato, cioe’ punire i reati fondati su omofobia e transfobia”.
Per Scalfarotto bisogna concentrarsi “sulle motivazioni di chi compie il reato. In questo modo si tutela tutta la comunita’ Lgbt, ma si evita l’ostruzionismo della destra”. Se si accetta questo lodo, “la Lega non deve presentare nessun emendamento e non deve chiedere nemmeno un voto segreto. E’ chiaro che alla vigilia ognuno si posiziona, vediamo cosa accade una volta che inizia la discussione in aula”. Se c’e’ ostruzionismo “lo vedi subito. In quel caso si andra’ alla conta e noi voteremo per il Ddl Zan”. La posizione di Letta “puo’ portare un dividendo politico”, ma “secondo me diventa un calcolo politico un po’ cinico. Viene fatto sulle vittime di atti di violenza e discriminazione”.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage