L'appello di Fratoianni: "L'Italia riparte solo con una rapida campagna di vaccinazione"

Il portavoce di Sinistra Italiana: "Nonostante i proclami di Figliuolo e Draghi, non ci siamo ancora. Occorre accelerare"

Nicola Fratoianni

Nicola Fratoianni

globalist 10 aprile 2021

L’imperativo chiaro è ormai uno solo: vaccinare, vaccinare, vaccinare.

Il traguardo fissato dal generale Figliuolo delle 500mila somministrazioni sembra lontano, anche se sarà possibile raggiungerlo verso fine aprile e con un carico di dosi maggiore di quello ricevuto finora.

Il portavoce di Sinistra Italiana scrive su Twitter e critica l’operato del nuovo governo: "Ormai è chiaro a tutti, l'Italia riparte solo con una veloce campagna vaccini. Nonostante i proclami del generale #Figliuolo, nonostante le conferenze stampa di #Draghi non ci siamo ancora. Occorre ambiare passo, bisogna accellerare e farlo in modo più chiaro. #vaccini #COVID19".