Il ministro degli Esteri cinese a Blinken: "Le relazioni tra Cina e Stati Uniti rischiano di peggiorare"
Top

Il ministro degli Esteri cinese a Blinken: "Le relazioni tra Cina e Stati Uniti rischiano di peggiorare"

Wang ha parlato all'inizio di un incontro a Pechino con il segretario di Stato americano Antony Blinken, in un momento di rinnovata tensione nei rapporti tra le superpotenze su Russia e dazi

Il ministro degli Esteri cinese a Blinken: "Le relazioni tra Cina e Stati Uniti rischiano di peggiorare"
Blinken e Wang Yi
Preroll

globalist Modifica articolo

26 Aprile 2024 - 09.41


ATF

Il ministro degli Esteri cinese, Wang Yi, ha avvertito gli Stati Uniti che i recenti miglioramenti nelle relazioni tra i due paesi sono messi a repentaglio da “interruzioni” che potrebbero riportarli in una “spirale discendente” che porta alla rivalità, allo scontro e persino al conflitto.

Wang ha parlato all’inizio di un incontro a Pechino con il segretario di Stato americano Antony Blinken, in un momento di rinnovata tensione nei rapporti tra le superpotenze.

La visita di tre giorni di Blinken in Cina arriva cinque mesi dopo un vertice di grande successo tra i leader statunitensi e cinesi Joe Biden e Xi Jinping, seguito da una diminuzione delle tensioni su Taiwan, dal ristabilimento dei contatti tra gli eserciti dei due paesi e cooperazione bilaterale in materia di lotta al narcotraffico.

Ma gli Stati Uniti stanno ora minacciando sanzioni contro le aziende cinesi che riforniscono l’industria della difesa russa, e stanno prendendo in considerazione dfazi a fronte di ciò che Washington definisce un eccesso di capacità manifatturiera cinese. L’amministrazione Biden ha anche rafforzato i controlli sulle esportazioni di chip per computer avanzati.

Leggi anche:  Pechino si oppone a tutte le sanzioni unilaterali contro le banche cinesi accusate di essere legate alla Russia

Mentre Blinken era in viaggio verso la Cina, il Congresso ha approvato una legge che entro un anno metterebbe al bando la piattaforma di social media TikTok negli Stati Uniti – se la sua società madre cinese, ByteDance, non vende la sua partecipazione – e fornirà miliardi di dollari in aiuti per l’Indo-Pacifico che andrebbe ampiamente a vantaggio di Taiwan.

All’inizio di quella che doveva essere una serie di incontri di sei ore tra le delegazioni statunitense e cinese presso la guest house statale di Diaoyutai a Pechino, Wang ha detto che le relazioni bilaterali sono a un punto di svolta. Dal vertice Biden-Xi di San Francisco di novembre, ha affermato che la situazione “sta iniziando a stabilizzarsi” con un maggiore dialogo e cooperazione.

“Ciò è accolto con favore dai nostri due popoli e dalla comunità internazionale”, ha detto Wang attraverso un interprete ufficiale. “Ma allo stesso tempo, i fattori negativi nella relazione continuano ad aumentare e a svilupparsi e la relazione sta affrontando ogni tipo di interruzione”.

Native

Articoli correlati