Sea Watch 3, l'attacco della Lega a Conte: "Lo sbarco è ingiustificabile"

L'europarlamentare siciliana Francesca Donato ha commentato in termini duri la decisione del premier: "Deprecabile l'avere ignorato Musumeci sulla quarantena a bordo".

Sea Watch 3

Sea Watch 3

globalist 27 febbraio 2020

Attacchi da parte della Lega all’esecutivo per aver autorizzato lo sbarco dei 194 migranti della Sea Watch senza la quarantena a bordo.  A contestare la scelta del Premier Conte è stata l’europarlamentare del “Carroccio” Francesca Donato.


La Donato ha definito ingiustificabile la decisione presa dal presidente del Consiglio: “La Sicilia si trova in una condizione di estrema inadeguatezza delle strutture di accoglienza per un'ottimale quarantena da attuare in sicurezza. E ciò potrebbe metterebbe a rischio la salute dei siciliani".


L’europarlamentare ha poi accusato Conte di aver voluto ignorare quanto chiesto dal governatore della Sicilia Nello Musumeci, su una quarantena a bordo: "Nessuno vuole fare dell'allarmismo sterile ma oggettivamente è davvero deprecabile, da parte di Conte, l'aver ignorato in toto quanto detto da Musumeci - aggiunge - che ha posto un problema reale chiedendo che la quarantena potesse essere svolta sulla nave e non negli hotspot. Un gesto, da parte del governatore, volto a salvaguardare tutti dal rischio di un'eventuale epidemia da Coronavirus".


La Donato ha infine affermato che laddove dovesse scoppiare un’epidemia, il responsabile sarà chiaro a tutti: "Conte non perde l'occasione per mostrare superficialità e scarsa attenzione verso la difficile situazione in cui si trova la Sicilia, scaricando addosso alla nostra regione la responsabilità e gli oneri della gestione di altre centinaia di esseri umani, ponendo peraltro a rischio la salute e la sicurezza anche degli stessi immigrati. Laddove ci saranno problemi o conseguenze negative, si saprà con certezza chi ne sia il vero responsabile".