Top

Elezioni e il Tg2 comincia a favorire la destra, Anzaldi: "Presentiamo esposti all'Agcom"

Il deputato di Italia Viva e segretario della commissione di Vigilanza Rai, Michele Anzaldi.

Elezioni e il Tg2 comincia a favorire la destra, Anzaldi: "Presentiamo esposti all'Agcom"

globalist Modifica articolo

22 Luglio 2022 - 21.52


Preroll

“Nel primo giorno di campagna elettorale, al Tg2 e su Rai2 si è verificata una gravissima violazione della Par Condicio e del pluralismo in favore del centrodestra. Faccio appello alle forze politiche danneggiate affinché presentino esposti all’Agcom. L’Authority, il presidente Lasorella, i commissari Giacomelli, Giomi, Aria, Capitanio hanno il dovere di intervenire d’ufficio”.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Lo scrive su Facebook il deputato di Italia Viva e segretario della commissione di Vigilanza Rai, Michele Anzaldi.

Middle placement Mobile


“Al Tg2 delle 20.30 – prosegue Anzaldi – è stata trasmessa un’intervista di 4 minuti a Berlusconi, un tempo senza paragoni per un’intervista chiusa, a maggior ragione in un tg che dura poco più di 20 minuti. Le domande poste in prima persona dal direttore Sangiuliano sono state di questo tenore: ‘Presidente, Forza Italia è pronta all’appuntamento elettorale?’; ‘Lei ha detto che il centro politico in Italia è Forza Italia. Riuscirete a ricompattare, attraverso un programma, le varie formazioni che aspirano a correre al centro?’; ‘Presidente, lei ha sempre rivendicato con orgoglio di aver fatto nascere il governo Draghi. Poi qualcosa si è inceppato: perché?’. Insieme a questa intervista sono stati trasmessi ben 2 ulteriori servizi per il centrodestra, 1 per la Lega e 1 per Fdi, sebbene i tre partiti si presenteranno uniti e facciano parte di un’unica coalizione. Tutti gli altri partiti, invece, sono stati concentrati in un pastone”

Dynamic 1

Ha continuato Anzaldi: “A seguire è andata in onda una puntata di Tg2 Post con la leader di Fdi Giorgia Meloni come unica ospite. La durata della trasmissione è stata quasi doppia rispetto al solito, 35 minuti contro gli ordinari 20 minuti. Perché? Perché alla sola Meloni è stato concesso questo spazio eccezionale? Il titolo scelto, ‘L’Italia secondo Giorgia’, è sembrato più adatto ad un giornale di partito che ad un approfondimento del servizio pubblico. Se questo è il primo giorno di campagna elettorale, chissà cosa ci aspetta nelle prossime settimane. È urgente che le autorità di controllo intervengano subito”.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile