Perché la distruzione della diga di Nova Kakhovka potrebbe provocare un disastro ambientale e economico
Top

Perché la distruzione della diga di Nova Kakhovka potrebbe provocare un disastro ambientale e economico

La diga di Nova Kakhovka attraversa l'enorme fiume Dnepr in Ucraina, trattenendo un' enorme quantità d'acqua. La diga è alta 30 metri e larga centinaia di metri.

Perché la distruzione della diga di Nova Kakhovka potrebbe provocare un disastro ambientale e economico
La diga di Nova Kakhovka danneggiata
Preroll

globalist Modifica articolo

6 Giugno 2023 - 10.05


ATF

La diga di Nova Kakhovka è una infrastruttura fondamentale e il suo danneggiamento potrebbe provocare una serie di catastrofi.

La diga di Nova Kakhovka attraversa l’enorme fiume Dnepr in Ucraina, trattenendo un’ enorme quantità d’acqua. La diga è alta 30 metri e larga centinaia di metri. Fu costruita nel 1956 come parte della centrale idroelettrica di Kakhovka.

L’enorme invaso contiene all’incirca lo stesso volume del Great Salt Lake nello Utah. Lo scoppio della diga potrebbe causare l’inondazione degli insediamenti sottostanti, tra cui Kherson, che le forze ucraine hanno riconquistato alla fine del 2022.

L’acqua dell’ rifornisce la penisola di Crimea a sud, annessa dalla Russia nel 2014, e la centrale nucleare di Zaporizhzhia, la più grande d’Europa, a nord. Aiuta anche ad alimentare la centrale idroelettrica di Kakhovka.

La distruzione della diga si aggiungerebbe ai continui problemi energetici dell’Ucraina, dopo che la Russia ha passato settimane all’inizio di quest’anno a prendere di mira infrastrutture vitali. Distruggerebbe anche il sistema di canali che irriga gran parte dell’Ucraina meridionale, compresa la Crimea.

Leggi anche:  L'Ucraina può vincere? O davvero la Russia non potrà mai perdere?

Native

Articoli correlati