Top

Cremlino: "In Ucraina raggiungeremo i nostri obiettivi, che vuol dire..."

Il fine dell'operazione militare russa in Ucraina non è provocare un cambio di regime a Kiev. Lo ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov citato dalle agenzie russe.

Cremlino: "In Ucraina raggiungeremo i nostri obiettivi, che vuol dire..."
Dmitry Peskov

globalist Modifica articolo

21 Novembre 2022 - 11.03


Preroll

Kiev accusa: “Mosca ha bombardato la centrale di Zaporizhzhia“, ma la Russia nega. Appello dell’Aiea: “Fermatevi, giocate col fuoco”. Sempre l’Ucraina ricorda che missili sono caduti su Kherson, da cui l’esercito russo si è ritirato otto giorni fa, e in città sono scoppiati incendi. Oltre 700 cadaveri sono stati trovati, negli ultimi due mesi, nei territori liberati degli Oblast di KharkivDonetsk Kherson: il 90% dei corpi trovati appartiene a civili. Intanto l’ufficio del procuratore generale dell’Ucraina, Andriy Kostin, ha registrato la morte di 8.311 civili, tra cui 437 bambini, dall’inizio dell’invasione russa, il 24 febbraio. I civili rimasti feriti sono invece più di 11mila. Appello dell’Aiea: “Fermatevi, giocate col fuoco”.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Il fine dell’operazione militare russa in Ucraina non è provocare un cambio di regime a Kiev. Lo ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov citato dalle agenzie russe.

Middle placement Mobile

“La Russia vuole raggiungere i suoi obiettivi, e li raggiungerà”. Lo ha affermato il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov in merito all’operazione militare in Ucraina, rispondendo al presidente Volodymyr Zelensky che ha accusato Mosca di non volere negoziare con Kiev e di essere invece intenzionata ad ottenere solo una pausa nelle ostilità. Lo riferisce l’agenzia Tass.

Dynamic 1
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile