Top

Il ministro degli Esteri del Pakistan: "Dialoghiamo con i talebani per arginare il terrorismo"

Makhdoom Shah Mehmood Qureshi: "Dobbiamo affrontare la realtà ovvero che i taleban hanno vinto. Se non si fa i conti con questo quali saranno le conseguenze per l`Afghanistan?"

Makhdoom Shah Mehmood Qureshi, ministro degli Esteri pachistano
Makhdoom Shah Mehmood Qureshi, ministro degli Esteri pachistano

globalist

4 Ottobre 2021 - 11.28


Preroll

Il ministro degli Esteri pachistano Makhdoom Shah Mehmood Qureshi, in una intervista a La Stampa ha definito il movimento dei talebani in Afghanistan come capace di gestire il Paese nel modo giusto.
“La sicurezza in Afghanistan è una prerogativa del movimento taleban, crediamo nella loro capacità di partito di ordine e giustizia nel Paese. Oggi più che mai occorra dialogare con l’Afghanistan per creare un argine al terrorismo”.
Per il ministro per portare avanti il negoziato con i talebani “ci sono almeno tre condizioni che devono essere rispettate.
Ad esempio, che a Kabul si insedi un governo inclusivo e rappresentativo, perché se gli altri gruppi etnici non parteciperanno alla gestione della cosa pubblica si avranno conflitti e destabilizzazione.
Ci deve essere un impegno concreto nel rilancio economico del Paese, condizione necessaria per far funzionare bene la Via della Seta e in generale il commercio internazionale. L’ultima condizione è il dimostrato impegno nella lotta al terrorismo”.
“Dobbiamo affrontare la realtà ovvero che i taleban hanno vinto. Se non si fa i conti con questo quali saranno le conseguenze per l`Afghanistan, per la regione e per la comunità internazionale?
Se non si assicura il sostegno e si opta per altre sanzioni cosa accadrà? A farne le spese saranno i 14 milioni di afghani che vivono in situazione di difficoltà e milioni tenteranno di lasciare il Paese verso l`Occidente. L`Europa è pronta ad accogliere quattro milioni di rifugiati?”, ha concluso.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage