Zan dopo il Pride di Budapest: "I ragazzi Lgbt in Ungheria sono terrorizzati"
Top

Zan dopo il Pride di Budapest: "I ragazzi Lgbt in Ungheria sono terrorizzati"

Il deputato democratico: "Approviamo in fretta in Italia la legge perché Salvini e Meloni, che di Orban sono amici, potrebbero esportare da noi le norme che violano i diritti umani"

Pride di Budapest
Pride di Budapest
Preroll

globalist Modifica articolo

25 Luglio 2021 - 17.31


ATF

Alessandro Zan era presenta in Ungheria ed è sceso in piazza per difendere i diritti della comunità lgbt a Budapest ieri.
“Ci sono centinaia di migliaia di persone, cittadini europei contro il regime di Orban: è un’onda arcobaleno che ha invaso la città. Ma la situazione è grave, i ragazzi Lgbt in Ungheria sono terrorizzati”.
Così il deputato Alessandro Zan, che ha sfilato ieri al Pride di Budapest, in un’intervista a ‘La Repubblica’.
“Mi ha fatto impressione vedere cancelli alti come muri al di là dei quali manifestano nazifascisti che negli striscioni accostano omosessualità e pedofilia – ha aggiunto – noi siamo qui per aiutare i fratelli e le sorelle ungheresi a cancellare l’incubo delle leggi d’odio. Però voglio dire: sbrighiamoci, approviamo in fretta in Italia la legge contro l’omotransfobia, perché Salvini e Meloni, che di Orban sono amici, potrebbero esportare da noi le norme che violano i diritti umani. Quello che è accaduto in Ungheria non deve accadere in Italia”.
E alla domanda se lui sia ottimista per l’approvazione del ddl Zan in Senato o si è rassegnato a possibili cambiamenti, ha detto: “Resto ottimista, perchè’ quella legge la chiede la società italiana, soprattutto i più giovani. La politica e le istituzioni non possono restare indietro”. 

Leggi anche:  Ilaria Salis, l'Ambasciata ungherese accusa la stampa italiana: "Versioni distorte, frutto di ideologia e politica"
Native

Articoli correlati