Accordo tra le fazioni in Libia: la tregua diventa cessate il fuoco permanente

L'inviato speciale dell'Onu Ghassan Salamé ha dato l'annuncio dopo un incontro a Ginevra tra gli esponenti legati ad Al Sarraj e le forze del generale Khalifa Haftar.

Conferenza sulla Libia

Conferenza sulla Libia

globalist 4 febbraio 2020
Chissà se è un primo passo serio: le fazioni rivali in Libia hanno accettato di trasformare "la tregua" in un "cessate il fuoco permanente". Lo ha annunciato l'Onu, all'indomani della prima riunione, tenutasi lunedì a Ginevra, del Comitato militare congiunto composto da 5 membri di entrambe le parti, il governo di accordo nazionale guidato da Fayez Al Sarraj e le forze del generale Khalifa Haftar.
"Le due parti - ha spiegato l'inviato speciale dell'Onu Ghassan Salamé, che ha presieduto la riunione del Comitato militare - sono venute a Ginevra e abbiamo cominciato a  discutere con loro della lunga lista di punti all'ordine del giorno, a cominciare dal tentativo di trasformare questa tregua in un vero accordo su un cessate il fuoco duraturo. Il principio è stato adottato nel corso della prima sessione e si tratta ora di sapere quali siano le condizioni",