Top

Ucraina, arriva all'Onu il piano italiano per la pace: previste 4 tappe

Il piano del governo è stato presentato a New York dal ministro degli Esteri, Luigi Di Maio: prevede il cessate il fuoco, la possibile neutralità dell'Ucraina, le questioni territoriali, e un nuovo patto di sicurezza europea

Ucraina, arriva all'Onu il piano italiano per la pace: previste 4 tappe
Di Maio e Guterres

globalist

19 Maggio 2022 - 10.28


Preroll

La Farnesina ha elaborato il piano del governo italiano per la pace, finito sul tavolo dell’Onu: un percorso che prevede quattro tappe. Il documento, elaborato alla Farnesina, in stretto coordinamento con Palazzo Chigi è stato presentato ieri a New York dal ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, durante un colloquio con il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres. Lo pubblica La Repubblica che è in grado di anticiparne i contenuti.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Alcuni contenuti della bozza sono stati anticipati agli sherpa del G7 e del gruppo Quint. Prevedono un percorso in quattro tappe: il cessate il fuoco, la possibile neutralità dell’Ucraina, le questioni territoriali – in particolare Crimea e Donbass – e un nuovo patto di sicurezza europea e internazionale. Ad ogni singolo passaggio, andrà testata la lealtà agli impegni assunti dalle parti, in modo da poter procedere allo step successivo. Ecco come è nata la svolta diplomatica di Roma e i dettagli del contenuto del piano, che Repubblica è in grado di anticipare.

Middle placement Mobile

Le quattro tappe saranno sotto la supervisione di un Gruppo internazionale di Facilitazione (GIF): L’Italia propone che ne facciano parte Paesi e organizzazioni internazionali, in particolare Onu e Ue. Non è definita una lista completa delle capitali che sarebbero coinvolte, perché l’idea è avanzare una proposta emendabile. Ma si parte dagli Stati che già alcune settimane fa erano considerati “arruolabili” allo scopo: Francia, Germania, Italia, Turchia, Stati Uniti, Cina, Canada, Regno Unito, Polonia, Israele. “Il GIF – è scritto in uno dei passaggi del documento illustrato da Di Maio a New York – favorirebbe attività di monitoraggio, il dispiegamento di contingenti di pace e l’istituzione di missioni di osservatori al fine di assicurare l’attuazione delle varie intese raggiunte dalle Parti con l’assistenza ed il sostegno internazionali”.

Dynamic 1
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage