Top

Putin, Fedriga cerca di giustificare Salvini: "Era cosa buona dialogare..."

Il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, cerca di salvare Salvini rispetto ai suoi rapporti col presidente russo: "Cercava di portare Putin nell'alveo occidentale"

Massimiliano Fedriga
Massimiliano Fedriga

globalist

22 Aprile 2022 - 17.04


Preroll

Alla luce della nuova situazione in Europa, la maglietta di Salvini con il volto di Putin fa discutere. “Penso che chi ha dialogato con Putin negli anni pregressi abbia fatto una cosa buona: cercava di portare Putin nell’alveo occidentale”. Queste le parole del governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, a margine della conferenza Italiadomani sul Pnrr a Trieste. Certo, dialogare è una cosa molto diversa dal dire che si preferisce Putin alla Merkel, oppure dal considerare il presidente russo come non pericoloso.

OutStream Desktop
Top right Mobile

“Sarebbe stato sbagliato non provare nemmeno e consegnare Putin e la Russia ad altre parti. Purtroppo c’è stato un tradimento di queste aspettative da parte del governo russo”. Il tentativo di Fedriga è quello di provare a riporre in armadio i rapporti passati tra i vertici del Carroccio e quelli del Cremlino. Rapporti che nelle nuove tesissime relazioni tra Unione europea e Russia stanno diventando la bestia nera di molti schieramenti politici.

Middle placement Mobile

La situazione tuttavia è questa, continua pragmatico Fedriga, secondo cui “il popolo russo deve conoscere intanto la verità di quello che sta accadendo in Ucraina. Dobbiamo contestare le scelte del governo russo, ma essere vicini ai cittadini russi che anche sulla loro pelle vivono la mancanza di democrazia e di libertà in quel Paese”.

Dynamic 1

A pochi giorni dalla festa della Liberazione, e alla vigilia dell’arrivo nel golfo di Trieste della portaerei statunitense Truman, per una sosta tecnica, secondo il governatore vanno riaffermati con forza “i valori dell’Occidente, di libertà e democrazia, e sono contento che i Paesi europei hanno trovato compattezza nell’affrontare questa crisi. Sicuramente l’Occidente negli anni non ha fatto sempre scelte perfette- conclude Fedriga-, ma bisogna ricordare che oggi il benessere in cui vivono i cittadini europei, la democrazia, la libertà, sono dovuti all’Occidente stesso”.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage