Top

Il no-vax Barillari sfrattato dalla regione Lazio: “Chiederò asilo politico alla Svezia”

L'ex membro del M5S ieri, con la deputata Sara Cunial, aveva occupato il consiglio regionale del Lazio: cacciato per una positività all'interno dell'ufficio

Davide Barillari

globalist

16 Ottobre 2021


Preroll

Certi loschi figuri spesso non hanno neanche vergogna a tirarsi indietro nelle loro imprese complottiste che profumano solo di ridicolo, e continuano nelle loro credenze a spargere disinformazione e ignoranza con iperboli impensabili.

OutStream Desktop
Top right Mobile

L’ultima trovata del negazionista Barillari è quella di scappare dal nostro paese e chiedere asilo politico in Svezia.

Middle placement Mobile

L’occupazione del consiglio regionale del Lazio è terminata, il consigliere ex del Movimento 5 Stelle si sposta davanti al consolato svedese.

Dynamic 1

“Ci hanno obbligato ad uscire perché, guarda caso, hanno scovato proprio ieri pomeriggio (….) un dipendente regionale VACCINATO CON GREENPASS POSITIVO al covid, e dovevano procedere ad una sanificazione straordinaria urgente…. TV e giornalini che sono corsi ieri a urlare ‘occupazione dei novax della regione Lazio’ non hanno detto una sola parola sul positivo vaccinato. Zingaretti dovrebbe solo vergognarsi. Ora siamo al consolato svedese a chiedere asilo politico”, scrive Barillari su Facebook.

L’ex membro del M5S ieri, con la deputata Sara Cunial, aveva occupato il consiglio regionale del Lazio nella giornata che segnava l’entrata in vigore dell’obbligo di green pass sul posto di lavoro.

Dynamic 2
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage