Top

Letta: "Ai ballottaggi convergenze sostanziali con il Movimento 5 Stelle"

Il segretario del Pd: "Mai visto nessuno al primo turno dire con chi si alleerà al secondo"

<picture> Enrico Letta </picture>
Enrico Letta

globalist

2 Ottobre 2021


Preroll

Il voto si avvicina e si fa il punto su quali risultati sarà possibile raggiungere, soprattutto in funzione futura per le alleanze: i sei capoluoghi di regione che andranno al voto sono in questo senso un banco di prova importante.
Enrico Letta è convinto che ai ballottaggi “ci saranno convergenze sostanziali con il M5s”.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Il segretario del Pd: “Mai visto nessuno, prima del primo turno, dire che si alleerà e farà indicazioni di voto al ballottaggio. Ognuno chiede il voto per i propri candidati. Sono convinto che alla fine ci saranno convergenze sostanziali”, risponde interpellato sul tema.

Middle placement Mobile

A suo avviso le comunali saranno “un test importante per capire chi sostiene veramente il governo Draghi”.

Dynamic 1

Sui risultati nelle grandi città, invece, ribadisce: “L’altra volta noi del centrosinistra ne avevamo vinte due e perse tre.

Se confermassimo le due e perdessimo le tre già perse, sarebbe una sconfitta. Con un 3-2 per noi sarebbe buona notizia, ma da 4 in su per noi sarebbe un trionfo: un risultato da celebrare”.

Dynamic 2

“Il nostro è un partito nazionale per definizione, ci teniamo molto a questo”, afferma.

Alla domanda se in vista dell’elezione del nuovo presidente della Repubblica, sia spaventato dal flirt tra Matteo Renzi e il centrodestra, Letta ribatte: “Parleremo delle elezioni del Quirinale da gennaio in poi; farlo ora, alla vigilia delle comunali poi, significa avvelenare inutilmente il dibattito politico”. Un congresso dem dopo le amministrative?

Dynamic 3

“Non è ora di mettersi a discutere di argomenti interni alla nostra comunità”.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage