La destra vuole eliminare i ballottaggi, opposizioni in rivolta: "Un colpo alla democrazia"
Top

La destra vuole eliminare i ballottaggi, opposizioni in rivolta: "Un colpo alla democrazia"

Il governo Meloni vuole cancellare i ballottaggi, Pd, M5s, Terzo polo e Avs chiedono la convocazione d'urgenza della Giunta per il regolamento perché «garantisca la corretta interpretazione del regolamento»

La destra vuole eliminare i ballottaggi, opposizioni in rivolta: "Un colpo alla democrazia"
Giorgia Meloni, Salvini e Berlusconi
Preroll

globalist Modifica articolo

1 Marzo 2023 - 16.40


ATF

Il governo Meloni sta provando a eliminare i ballottaggi nei comuni superiori ai 15mila abitanti, per quello che sarebbe un vero e proprio colpo di spugna sui regolamenti elettorali e sul funzionamento democratico del Paese. Le opposizioni, in Senato, sono in rivolta contro l’emendamento della maggioranza al disegno di legge sul computo dei votanti per la validità delle elezioni comunali.

Pd, M5s, Terzo polo e Avs chiedono perciò la convocazione d’urgenza della Giunta per il regolamento perché «garantisca la corretta interpretazione del regolamento», ha spiegato il senatore del Pd, Andrea Giorgis, a nome delle opposizioni. Il ddl è all’esame della commissione Affari costituzionali e dovrebbe passare in Aula, per via della procedura d’urgenza.

Matteo Ricci, sindaco di Pesaro, su twitter: “Un colpo alla democrazia, fatto di nascosto contro i sindaci, il cuore amministrativo di questo Paese. Con un emendamento la destra sta provando a eliminare il ballottaggio nei comuni sopra i 15mila abitanti. Glielo impediremo”.

Leggi anche:  Calenda sull'abbraccio tra Giorgia Meloni e i franchisti di Vox: "E' l'Internazionale Lollobrigida, zero idee"
Native

Articoli correlati