Insulti sessisti e minacce contro la senatrice Rossi per aver votato Conte: "Ti auguro le peggiori malattie"

La senatrice ha risposto: ''Ricevo insulti e minacce da giorni ma quello che davvero conta sono tutti quei messaggi di stima, di affetto e di sostegno ad andare avanti. Siete la mia forza''

Maria Rosaria Rossi

Maria Rosaria Rossi

globalist 22 gennaio 2021

Oggi è toccata a lei la feccia social.

Lei è Mariarosaria Rossi, classe 1972, senatrice di Forza Italia, espulsa dal partito a causa della sua decisione personale di votare la fiducia a Conte.

Sui suoi profili sono apparsi questi commenti disgustosi.

"Serva", "Badante di Berlusconi e venduta di Conte", "ti hanno promesso un lifting?", "Parassita", "Chi sa come ti ricompensava Berlusconi, schifosa", "Esteticamente fai schifo, moralmente di più", "Ti auguro tutti i tipi di malattie possibili e immaginabili a te e i tuoi cari e fai attenzione quando attraversi la strada che le macchine corrono...", "Cancro ambulante", "fallita decerebrata" e i soliti troia, puttana ecc...

Volevamo comunicare tre cose importanti: tutta la nostra solidarietà alla senatrice. Che l'odio costa, le consigliamo quindi di denunciare tutti. Per ultima una informazione che probabilmente queste persone non conoscono. L'esistenza dell'articolo 67 della Costituzione italiana: "Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato".

La senatrice ha risposto: ''Ricevo insulti e minacce da giorni ma quello che davvero conta sono tutti quei messaggi di stima, di affetto e di sostegno ad andare avanti. Siete la mia forza''.