Sessismo ai mondiali di nuoto, polemica sui telecronisti Rai: "A letto sono tutte alte uguali..."
Top

Sessismo ai mondiali di nuoto, polemica sui telecronisti Rai: "A letto sono tutte alte uguali..."

Sessismo dai telecronisti Rai ai mondiali di nuoto: "La Rai non ha fatto in tempo a risolvere il caso Facci che sembra esplodere un nuovo caso di sessismo, stavolta da parte di giornalisti già dipendenti dell'azienda".

Sessismo ai mondiali di nuoto, polemica sui telecronisti Rai: "A letto sono tutte alte uguali..."
Mondiali di nuoto di Fukuoka 2023
Preroll

globalist Modifica articolo

18 Luglio 2023 - 09.00


ATF

Sul web è scoppiata la polemica per alcuni commenti definiti “sessisti” da parte di due telecronisti Rai durante i mondiali di tuffi di Fukuoka. 

La coppia Leonarduzzi – Mazzucchi ha inanellato alcune perle: “Le olandesi sono grosse”. “Come la nostra Vittorioso”. “Eh”. “Eh grande eh”. “Ma tanto a letto sono tutte alte uguali”. Inoltre: “Questa si chiama Harper, è una suonatrice d’arpa. Come si suona l’arpa? La si…” “La si tocca?”. “La si pizzica”. “Si la do”. “È questo il vantaggio, gli uomini devono studiare sette note, le donne sono soltanto tre”. “Io sapevo che continuava. Si La Do. Sol Sol Fa”. 

La difesa del telecronista: “Prendo le distanze nella maniera più forte e assoluta da quello che mi viene contestato, perché non si è trattato di una telecronaca. Il microfono era rimasto aperto per avere le indicazioni su quando si poteva tornare in onda e la cuffia era appoggiata sul tavolo, ma avevo avuto indicazioni che in onda c’era il tg e non era previsto che andassimo in onda su Rai Play 2”. Così il telecronista Lorenzo Leonarduzzi, risponde all’ANSA alle domande sull’episodio scoppiato per le parole pronunciate nel corso della diretta del Mondiale di tuffi. Il giornalista, 60 anni, lavora da quasi trent’anni in Rai, dove è stato assunto nel 2005, per seguire il rally e altri sport minori, anche alle Olimpiadi.

Leggi anche:  Alessandra Canale vince la causa contro la Rai: sarà risarcita con 45mila euro per danni d'immagine

Dai partiti di opposizione sono piovute critiche.

”Apprendiamo a mezzo stampa di commenti razzisti e sessisti da parte di alcuni cronisti Rai durante la telecronaca della finale dei Mondiali femminili di tuffi. La Rai chiarisca immediatamente l`accaduto. Chiediamo, in caso di accertamento dei fatti, che per i suddetti telecronisti si prendano provvedimenti esemplari. Basta con commenti sessisti e razzisti, troppi sono diventati gli episodi”. Lo dichiara Stefano Graziano, capogruppo Pd in commissione di Vigilanza sulla Rai.

“La Rai non ha fatto in tempo a risolvere il caso Facci che sembra esplodere un nuovo caso di sessismo, stavolta da parte di giornalisti già dipendenti dell’azienda. Se fosse confermato che durante la diretta della finale dei Mondiali di trampolino sincronizzato ci siano stati effettivamente commenti sessisti e razzisti da parte dei telecronisti Rai, ci troveremo di fronte a un caso particolarmente grave che non potremmo ovviamente che censurare”.

“Siamo stanchi di dover ribadire che simili atteggiamenti sono incompatibili non solo con il servizio pubblico ma in generale con il comune senso della decenza e della civiltà. Ci aspettiamo ancora una volta chiarezza da parte dei vertici dell’azienda e l’assunzione di provvedimenti ove tutto fosse confermato. Non mancheremo di fare i necessari approfondimenti e di attivarci con gli atti più opportuni in sede di commissione di vigilanza Rai”.

Leggi anche:  Alla Rai la parola d'ordine è "Indietro tutta" mentre il dilemma è come impallinare Report

Così gli esponenti M5S in commissione di vigilanza Rai.

Native

Articoli correlati