Top

Modella italosenegalese su Vogue, e il consigliere leghista: "Un'italiana doc deve essere bianca"

Polemiche per la frase di Daniele Beschin, espulso dal gruppo consiliare dalla Lega.

Maty Fall Diba
Maty Fall Diba

globalist Modifica articolo

10 Febbraio 2020 - 14.07


Preroll

Diciotto anni, cresciuta a Chiampo (Vicenza), italiana ma originaria del Senegal: è Maty Fall Diba la “italian beauty” finita sulla copertina di Vogue. Una scelta che Daniele Beschin, coordinatore provinciale di Forza Nuova eletto in quota Lega ad Arzignano, ha contestato: “Per me una chiampese doc è una ragazza solare, bianca”. Immediate sono scoppiate le polemiche, e Beschin è stato espulso dal gruppo consiliare del Carroccio.

OutStream Desktop
Top right Mobile

 

Middle placement Mobile

 

Dynamic 1

“Non può esserci spazio per il razzismo nelle istituzioni della Repubblica italiana”, ha dichiarato il sottosegretario al ministero dell’Interno, Achille Variati. “E’ una posizione semplicemente, incontrovertibilmente, disgustosamente razzista – ha aggiunto -. Che non possiamo accettare e che è incompatibile con la funzione pubblica di un consigliere comunale”. “Spero che tutti – ha osservato il sottosegretario – si rendano conto di quanto atteggiamenti come questi siano pericolosi per la nostra società, e richiamino teorie, come quelle sulla purezza della razza di tragica memoria nazista e fascista, che hanno macchiato di sangue la storia. E’ una vergogna per la terra vicentina, di cui sono stato presidente della Provincia”. La Lega, intanto, ha preso le distanze: Matteo Macilotti, sindaco di Chiampo, dove Maty Fall Diba vive da quando a 9 anni, si è detto orgoglioso dei successi come modella di una propria concittadina. E il Carroccio si è dissociato ufficialmente, attraverso un comunicato della segreteria provinciale, dalle parole di Beschin. E nella riunione del gruppo consiliare è stata decisa la sua espulsione dal gruppo consiliare. Una decisione che Beschin contesta, spiegando di essere vittima di “giochi di palazzo e delle guerre fratricide interne alla Lega che non mi riguardano. Però di razzismo nelle mie parole non c’era nulla”.

 

Dynamic 2
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile