Delrio cauto con l'entusiasmo: "Bene le Sardine, ma se perdiamo in Emilia non possiamo far finta di nulla"

Il capogruppo del Pd alla Camera: "Le Sardine possono essere decisive per la vittoria di Bonaccini, ma i problemi del governo non svaniscono, neanche se vinciamo in Emilia-Romagna"

Graziano Delrio

Graziano Delrio

globalist 20 gennaio 2020

La piazza delle Sardine di Bologna sarà anche stata un successo, ma non è una buona scusa per cantare vittoria: lo sa bene Graziano Delrio, capogruppo del Pd alla Camera, che nonostante l'entusiasmo per la novità, sceglie di andarci cauto: "L'effetto Sardine potrebbe rivelarsi decisivo per la vittoria di Bonaccini" ha detto Delrio in un'intervista al Corriere, "ma non mi va di fare la figura dell'ipocrita, la figura di quello che dice che se perdiamo in Emilia-Romagna sarà tutto come prima. Perché non è così".
Parliamo di tenuta del governo nazionale: "Non cadrà il governo" dice Delrio, anche se senza troppa convinzione, "ma non potremo certo far finta di nulla". 
"I problemi che abbiamo di fronte" continua Delrio, "non modificano le propria entità se vinciamo. Abbiamo davanti a noi sacche robuste di debolezza economica, dati che ci certificano una crescita ancora scarsa, quelle crisi aziendali che sono sotto gli occhi di tutti. Senza tacere di una nuova situazione internazionale che richiede un maggior protagonismo dell’Italia e dell’Europa. Ce la faremo ma in nessun caso possiamo permetterci analisi autoassolutorie".
A preoccupare il capogruppo è soprattutto il M5s: "Temo le loro tensioni interne" ha detto, "le ricadute sull’intero assetto ci sono, eccome. Vale per i M5S e anche per altri partiti della maggioranza”.