Zingaretti lancia un messaggio a Renzi: qualcuno ha deciso di distruggere il Pd

Il candidato alla segreteria democratica non nomina il rottamatore ma il segnale è chiaro: Il Pd va cambiato, non picconato con le furbizie. Altrimenti facciamo un regalo a Salvini e Di Maio

Renzi e Zingaretti

Renzi e Zingaretti

globalist 5 dicembre 2018

Non l'ha nominato, ma tutti hanno capito. La critica riguarda Renzi e il suo progetto di fondare un suo partito centrista (macroniano, se non fosse che Macron se la passa male) mettendo insieme parte del Pd e parte di Forza Italia e 'alfaniani' e 'fittiani' che si sentono esclusi dall'estremismo di Salvini,


"Per il Pd sono preoccupato e allarmato. Spero che qualcuno non abbia deciso di distruggere il Pd e stia giocando a un gioco macabro, e non dobbiamo permetterlo. Il Pd va cambiato, non picconato con le furbizie. Distruggerlo ora o puntare a dividere credo sia un immenso regalo al M5s e Salvini".
Così in una intervista a Radio Radio il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, candidato alla segreteria del Pd.
"Le difficoltà del governo devono portare a essere più seri e responsabili - ha proseguito - Vedo masse immense di persone che vogliono combattere: non si puo' sputare in faccia alle speranze, alle ansie, alle passioni di milioni di persone che vogliono cambiare. Ma noi spesso vediamo un gioco sulla pelle di questo movimento, che va cambiato, va voltata pagina. Siamo dentro a un Congresso che ha questo obiettivo. Io farà di tutto per cambiarlo, allargarlo, rilanciarlo e farne il perno dell'alternativa - ha concluso - Non vorrei che proprio perche' questo sta avvenendo qualcuno possa averne paura".