La serie di Zerocalcare spopola su Netflix: è in assoluto la più vista in Italia
Top

La serie di Zerocalcare spopola su Netflix: è in assoluto la più vista in Italia

Con l'hashtag #strapparelungoibordi si conquista il trend topic di twitter. La serie del fumettista romano Zerocalcare, uscita il 17 novembre, agli esordi del suo successo in Italia e non solo

La serie di Zerocalcare spopola su Netflix: è in assoluto la più vista in Italia
La serie Tv "Strappare lungo i bordi"
Preroll

globalist Modifica articolo

22 Novembre 2021 - 12.41


ATF

Strappare lungo i bordi ha battuto persino la stratosferica serie Squid Game.

Le sue frasi più celebri e ad effetto invadono instagram. Su twitter, invece, l’hashtag #strapparelungoibordi apre il trend topic della settimana.

E forse, è proprio nelle frasi in romanesco che fanno ridere e riflettere allo stesso tempo che sta il successo della serie del fumettista Zerocalcare, sbarcata su Netflix lo scorso 17 novembre.

Già numero uno in Italia nella classifica dei contenuti più visti. a superato non solo il superculto Squid Game (oggi quinto) ma anche le attesissime nuove puntate di Narcos (al secondo posto).

Il fare diretto e sincero di Zerocalcare ha già conquistato velocemente i cuori degli abbonati a Netflix.

Prima serie animata a finire tra le tendenze di Netflix, in pochi giorni ha superato Red Notice, l’ultimo film dell’attore The Rock e Arcane, la serie animata ispirata al videogioco League of Legend.

Anche se non si conoscono i numeri esatti degli ascolti, Strappare lungo i bordi è la prima serie animata prodotta in Italia a finire tra le tendenze di Netflix.

Leggi anche:  House of the Dragon: la seconda stagione in arrivo il 17 giugno

A girarla è stato uno studio di Firenze, la DogHead Animation, specializzata in prodotti 2D, nel 2020 ha prodotto diversi successi: l’animazione del video di blun7 a swishland e il video clip di Le Coeur Holiday, brano francese cantato da Mika e Soprano.

Al centro della serie, il viaggio di Zerocalcare insieme ai due amici storici, Sarah e Secco, interrotto da flashback e racconti di vita.

Dai primi anni di scuola passando per il liceo fino a tornare al presente: uno sguardo indietro nella vita del fumettista romano che tenta, per la prima volta nel format a serie tv, di far cadere il velo di distanza tra spettatore e protagonista.

Un successo che sembra proiettarsi anche all’estero con l’hashtag #Tearalongthedottedline su twitter.

Native

Articoli correlati