Il capo di Azov: "I servizi segreti russi hanno cercato di arruolarci per combattere l'Occidente"
Top

Il capo di Azov: "I servizi segreti russi hanno cercato di arruolarci per combattere l'Occidente"

Lo ha riferito il capo di stato maggiore del reggimento Azov, maggiore Bogdan Krotevich `Tavr´ in un briefing dei comandanti del reggimento Azov

Il capo di Azov: "I servizi segreti russi hanno cercato di arruolarci per combattere l'Occidente"
Il capo di stato maggiore del reggimento Azov, maggiore Bogdan Krotevich
Preroll

globalist Modifica articolo

6 Ottobre 2022 - 18.31


ATF

Possibile? Certo che è possibile ma anche probabile. Del resto la storia insegna che le cose sono andate spesso così, ossia cercare di reclutare quello che è o è stato fino al giorno prima il tuo peggior avversario.

Si pensi a quanti nazisti siano finiti per collaborare con gli Stati Uniti già nei mesi successivi alla fine della seconda guerra mondiale.

Agenti del servizio segreto russo hanno cercato di reclutare i difensori del reggimento Azov mentre stavano lasciando lo stabilimento di Azovstal. Lo ha riferito il capo di stato maggiore del reggimento Azov, maggiore Bogdan Krotevich `Tavr´ in un briefing dei comandanti del reggimento Azov, come riportano i media ucraini.

«Quando siamo usciti dall’assedio, ci volevano reclutare come unità dicendo che stavamo combattendo bene e invitandoci a distruggere insieme l’Occidente e gli Stati Uniti», ha aggiunto. 

Leggi anche:  Tre soldati ucraini presi prigionieri da soldati russi ed eliminati a freddo
Native

Articoli correlati