Navalny fa più paura da morto che da vivo: Putin lo nasconde per non restituirlo alla famiglia e ai russi
Top

Navalny fa più paura da morto che da vivo: Putin lo nasconde per non restituirlo alla famiglia e ai russi

La direzione dell'IK-3, il carcere mattatoio, ha prima dichiarato che il corpo di Alexei Navalny si trovava nell'obitorio di Salekhard. Però, quando la madre del dissidente politico è arrivata lì, le è stato detto che non avevano il corpo

Navalny fa più paura da morto che da vivo: Putin lo nasconde per non restituirlo alla famiglia e ai russi
Preroll

globalist Modifica articolo

17 Febbraio 2024 - 16.42


ATF

Alexei Navalny lo sapeva, avrebbe fatto più paura da morto che da vivo a Vladimir Putin. Per questo, con serenità, aveva accettato di rientrare in patria dopo essersi salvato dall’avvelenamento provato per eliminarlo, per questo aveva affrontato un processo farsa, per questo, con serenità, aveva affrontato il carcere, duro fino al disumano.

Ora che è morto, lo zar ha paura che già il funerale di Alexei Navalny possa trasformarsi in una manifestazione della libertà contro l’oppressione.

Ed è mistero su dove sia il corpo di Alexei. La direzione dell’IK-3, il carcere mattatoio, ha prima dichiarato che il corpo di Alexei Navalny si trovava nell’obitorio di Salekhard. Però, quando la madre del dissidente politico è arrivata lì, le è stato detto che non avevano il corpo. Lo ha raccontato la portavoce di Alexei Navalny, Kira Yarmysh.

“L’avvocato e la madre di Aleksej sono venuti all’obitorio di Salekhard. È chiuso, nonostante le rassicurazioni che la colonia funzioni e che il corpo di Navalny sia lì. L’avvocato ha provato a chiamare il numero di telefono indicato sulla porta. Gli è stato detto, soltanto, e con aria disturbata, che era la settima persona a chiamare. Dicono che non hanno il corpo di Alexei all’obitorio”.

Leggi anche:  Russia, avvertimento mafioso alla Finlandia: "Se dovessero diventare una minaccia nucleare per noi..."

“La colonia mi ha ingannato. Hanno detto che il corpo era nell’obitorio di Salekhard, e ora dicono che non c’è nessun corpo”, ha detto Ivan Zhdanov, direttore della Fondazione anticorruzione. In precedenza, Yarmysh in un videomessaggio ha detto che un dipendente della colonia alla madre e all’avvocato di Navalny aveva riferito che il corpo del dissidente politico era a Salekhard.

“È stato portato via dalle squadre del Comitato Investigativo. Ora stanno conducendo non ben precisate ‘ricerche’ sul corpo”, ha detto Yarmysh. Per quel che vale, ha chiesto l’immediato rilascio del corpo di Alexei Navalny alla sua famiglia.

Secondo “Astra”, il corpo di Navalny non si trova nemmeno nell’ufficio di medicina legale di Salekhard, dove i giornalisti hanno chiamato. Un corpo senza vita, ma che scotta tra le mani insanguinate dell’assassino.

Native

Articoli correlati