Borrell: "Dobbiamo poter criticare Israele senza essere accusati di antisemitismo"
Top

Borrell: "Dobbiamo poter criticare Israele senza essere accusati di antisemitismo"

Lo ha detto l'Alto Rappresentante dell'Ue Josep Borrell, intervenendo nella plenaria del Parlamento Europeo a Strasburgo.

Borrell: "Dobbiamo poter criticare Israele senza essere accusati di antisemitismo"
Josep Borrell
Preroll

globalist Modifica articolo

22 Novembre 2023 - 09.59


ATF

Parole sagge, visto che un conto è il governo di Israele e un conto il popolo ebraico. E visto che una parte della classe dirigente israeliana usa l’accusa di antisemitismo per denigrarevchi critica solamente le scelte di Israele ma antisemita non è.

Dovrebbe essere possibile riconoscere il diritto di Israele di difendersi e, nello stesso tempo, indignarsi per quello che succede a Gaza. Dovrebbe essere possibile criticare la politica del governo di Israele, senza vedersi accusati di voler male agli ebrei. Una cosa è criticare il governo di un Paese, un’altra cosa è rifiutare una parte della popolazione».

Lo dice l’Alto Rappresentante dell’Ue Josep Borrell, intervenendo nella plenaria del Parlamento Europeo a Strasburgo. «E’ certo – continua – che il 7 ottobre il mondo ha visto il peggiore massacro, il peggior pogrom di ebrei dalla Seconda Guerra Mondiale e che a Gaza si è prodotta una catastrofe umanitaria, non di origine naturale ma prodotta dall’uomo, dal blocco che impedisce l’arrivo dei generi basici per la sussistenza. Un’altra mattanza, come la definisce l’Onu», conclude.

Leggi anche:  Borrell (Ue) chiede agli Usa di non fornire più armi a Israele
Native

Articoli correlati