La Germania: "Aiutare l'Ucraina, nessuna pace dettata dalle condizioni di Putin"
Top

La Germania: "Aiutare l'Ucraina, nessuna pace dettata dalle condizioni di Putin"

Il cancelliere tedesco, Olaf Scholz e la ministra degli Esteri tedesca, Annalena Baerbock, hanno parlato dell'Ucraina ad un anno dall'invasione di Putin

La Germania: "Aiutare l'Ucraina, nessuna pace dettata dalle condizioni di Putin"
Preroll

globalist Modifica articolo

24 Febbraio 2023 - 16.41


ATF

Germania morbida? Non molto visto che alla fine ha sempre mantenuto la barra dritta. «Nonostante tutte le sfide, che anche la Germania ha dovuto affrontare a causa dell’aggressione della Russia all’Ucraina, siamo riusciti piuttosto bene a rimettere in sesto le cose».

Lo ha detto il cancelliere tedesco, Olaf Scholz, in un messaggio video settimanale dedicato all’anniversario dell’inizio della guerra. «Abbiamo abbastanza gas e petrolio. E l’economia non è finita in una profonda recessione. Abbiamo accolto oltre un milione di ucraini grazie alla grande disponibilità in tutto il Paese», ha affermato il Bundeskanzler. 

La posizione della ministra degli Esteri

«Se l’Ucraina ora smette di difendersi, allora non ci sarà la pace, ma la fine dell’Ucraina e la fine del nostro diritto internazionale».

Lo ha detto la ministra degli Esteri tedesca, Annalena Baerbock, durante un evento online dei Verdi in occasione del primo anniversario della guerra in Ucraina, come riportano i media tedeschi.

Baerbock ha sottolineato che gli appelli a non consegnare più armi a Kiev non sono appelli alla pace. «Si tratterebbe di una sottomissione. Ci sarebbero solo ancora violenza e oppressione», ha spiegato Baerbock, secondo cui una pace dettata alle condizioni della Russia premierebbe l’aggressore per i suoi crimini e non porterebbe sicurezza.

Leggi anche:  Scholz boccia Putin e dice che le sue proposte di pace non sono serie
Native

Articoli correlati