Top

Stoltenberg: "E' l'Iran a fornire i droni a Mosca". Teheran: "Fornisca le prove"

"Non abbiamo fornito alla Russia alcuna arma iraniana da utilizzare nella guerra contro l'Ucraina", ha detto Amirabdollahian senza negare che abbiano una cooperazione sulla Difesa. 

Stoltenberg: "E' l'Iran a fornire i droni a Mosca". Teheran: "Fornisca le prove"
Stoltenberg

globalist Modifica articolo

20 Ottobre 2022 - 13.22


Preroll

“Non entro mai nei dettagli della nostra intelligence ma quello che posso dire è che ogni indicazione punta al fatto che è l’Iran che fornisce alla Russia questi droni. E chiediamo a tutte le nazioni, compreso l’Iran, di non sostenere la guerra illegale della Russia contro l’Ucraina. E questa è una guerra di aggressione. È una guerra che viola chiaramente il diritto internazionale ed è un attacco a una nazione sovrana indipendente in Europa”. Lo ha detto il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, rispondendo a una domanda in un punto stampa con il nuovo premier svedese Ulf Kristersson.

OutStream Desktop
Top right Mobile

“Ovviamente stiamo monitorando da vicino ciò che l’Iran sta facendo quando si tratta anche di fornire supporto alla Russia. E chiediamo all’Iran di non fornire né droni né missili. E anche qualsiasi fornitura di missili violerà chiaramente le risoluzioni del Consiglio di sicurezza dell’Onu”, ha aggiunto.

Middle placement Mobile

 “Abbiamo chiesto alle autorità ucraine di fornire prove riguardo al presunto uso di droni iraniani nella guerra in Ucraina” da parte della Russia. Lo ha affermato il ministro degli Esteri iraniano Hossein Amirabdollahian. Il ministro ha affermato che l’Iran è “fermamente contrario alla guerra” e alla fornitura di armi alle parti in conflitto. “Non abbiamo fornito alla Russia alcuna arma iraniana da utilizzare nella guerra contro l’Ucraina”, ha detto Amirabdollahian senza negare che Mosca e Teheran abbiano una cooperazione sulla Difesa. 

Dynamic 1

L’Ue ha approvato sanzioni in tempi record contro contro le entità iraniane che forniscono i droni che hanno colpito l’Ucraina. Dopo 3 giorni di colloqui, scrive il Coreper sul suo profilo Twitter, gli ambasciatori dell’Ue hanno concordato le nuove misure contro l’Iran. Con la fine della procedura scritta le nuove sanzioni sono approvate in via definitiva ed entrano in vigore questo pomeriggio con la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale dell’Ue. Lunedì scorso il Consiglio Ue Esteri aveva approvato altre sanzioni all’Iran contro i responsabili della repressione delle proteste.

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile