Top

Lavrov cerca alibi: "Dovevamo proteggere le Repubbliche del Donbass, siamo stati costretti a intervenire"

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov spiega i motivi 'dell'operazione speciale' in Ucraina: "L'esercito ucraino ha notevolmente aumentato i bombardamenti nel Donbass, non avevamo scelta"

Lavrov cerca alibi: "Dovevamo proteggere le Repubbliche del Donbass, siamo stati costretti a intervenire"
Sergei Lavrov

globalist Modifica articolo

19 Aprile 2022 - 11.58


Preroll

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov giustifica l’attacco all’Ucraina, evidenziando come la Russia sia stata costretta a lanciare un’operazione militare speciale in risposta alla richiesta di aiuto delle cosiddette Repubbliche popolari di Donetsk e Luhansk, non c’era altra scelta.

OutStream Desktop
Top right Mobile

“L’esercito ucraino ha notevolmente aumentato i bombardamenti di quelle repubbliche in violazione di tutti i regimi di cessate il fuoco. Non avevamo altra scelta che riconoscerle – ha detto Lavrov in un’intervista al canale televisivo India Today, citato da Tass – firmare un accordo di mutua assistenza in risposta alla loro richiesta e inviare le nostre forze militari come parte del un’operazione militare per proteggere le loro vite“.

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile