Top

L'amarezza di Tiziano Ferro dopo la 'tagliola' su Zan: "Quegli applausi sono dolorosi"

Molti esponenti del mondo dello spettacolo, come Fedez, Chiara Ferragni, Alessandra Amoroso, Levante, Emma Marrone hanno espresso la loro delusione.

Tiziano Ferro
Tiziano Ferro

globalist Modifica articolo

28 Ottobre 2021 - 12.40


Preroll

L’affossamento del Ddl Zan con una tagliola da parte della destra ha lasciato sgomenti, anche e soprattutto per gli sguaiati festeggiamenti dei banchi di destra che hanno accolto la bocciatura di una legge che nasceva per proteggere le persone con sonori applausi e trionfali strette di mano. 
Molti esponenti del mondo dello spettacolo, come Fedez, Chiara Ferragni, Alessandra Amoroso, Levante, Emma Marrone hanno espresso la loro delusione. Anche il cantante Tiziano Ferro, da anni ormai residente negli Stati Uniti dove ha sposato Victor Allen, ha condiviso nelle storie di Instagram un’amara riflessione. 
“Io l’ho sempre saputo di non essere nessuno, sempre. Uno sfigato, uno che canta canzoni per depressi come lui, un frocio qualsiasi. Me l’hanno detto da quando sono nato. Me l’hanno urlato a pugni e sputi davanti a tutti i compagni di scuola, l’hanno insinuato per anni sui giornali, sottovoce per strada, mi hanno umiliato nelle canzoni, per passaparola col dito puntato, a voce alta e lo sguardo basso, con finta compassione e spietata inclemenza. Ma non pensavo uno scroscio di applausi potesse essere così doloroso”. 

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile