Top

Ulivieri: "Stimo Mihajlovic, ma se invita a votare Salvini chiedo di non dargli retta"

L'ex allenatore del Bologna di lungo corso è sceso in campo per Bonaccini e per la coalizione di centrosinistra. In particolare a sostegno del candidato Igor Taruffi della lista "Coraggiosa"

Renzo Ulivieri
Renzo Ulivieri

globalist Modifica articolo

23 Gennaio 2020 - 08.11


Preroll

Sinisa Mihajlovic per la Lega, Salvini e Borgonzoni. Ma ci sono altri uomini di sport che hanno scelto la sinistra. Julio Velasco, il grande pallavolista Ivan Zaytsev, lo ‘zar’ del volley. E anche l’ex allenatore del Bologna, Renzo Ulivieri, da sempre sul fronte progressista, che è sceso in campo per Bonaccini e per la coalizione di centrosinistra. In particolare a sostegno del candidato Igor Taruffi della lista “Coraggiosa”.
“Sono un estimatore di Mihajlovic, in tante occasioni ci siamo conosciuti e abbiamo parlato – dice l’allenatore toscano, sulla panchina del Bologna dal 1994 al 1998 e successivamente dal 2005 al 2007 – non condivido chi sostiene che non dovesse parlare, chi è nel mondo del calcio può parlare e sosterrò sempre la sua libertà di farlo. Però poi dico: non gli date retta”.
Ulivieri, in passato è stato anche candidato alle elezioni con Sel: “Il nostro è un pensiero completamente diverso – spiega – riguardo l’uomo, l’umanità, riguardo al senso di stare insieme. Sostengo che l’Emilia è un modello, sono per Bonaccini e Taruffi, per quella coalizione che porta avanti un discorso cominciato tanti anni fa, di democrazia, di partecipazione, di scelte”. Per questo Ulivieri chiede: “Non statelo a sentire”. 
”Le cose in Emilia stanno in un’altra maniera, non come dice Salvini – sostiene Ulivieri – i cittadini dell’Emilia lo sanno e non si faranno incantare”.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile