Arianna Mihajlovic racconta: "Il Bologna ha pagato lo stipendio di Sinisa anche dopo la morte, gesto straordinario"
Top

Arianna Mihajlovic racconta: "Il Bologna ha pagato lo stipendio di Sinisa anche dopo la morte, gesto straordinario"

Arianna Mihajlovic: "Il Bologna ha onorato lo stipendio di mio marito fino alla scadenza del contratto a giugno del 2023. Un gesto straordinario, che in un momento di sbandamento mi ha dato delle sicurezze".

Arianna Mihajlovic racconta: "Il Bologna ha pagato lo stipendio di Sinisa anche dopo la morte, gesto straordinario"
Arianna e Sinisa Mihajlovic
Preroll

globalist Modifica articolo

16 Febbraio 2024 - 15.32


ATF

Domenica alle 12.30 allo Stadio Olimpico si gioca Lazio-Bologna, la partita del cuore per Sinisa Mihajlovic. Arianna, la moglie dell’ex calciatore serbo scomparso nel dicembre del 2022, in un’intervista a Il Messaggero ha ricordato la sua figura.

“È la partita di Sinisa, tornerò allo stadio e mi riavvicinerò al calcio da cui mi ero allontanata. Ci tengono anche i miei maschietti, sono tifosi sfegatati della squadra biancoceleste. Bologna è una città speciale che ci era entrata nel cuore ancora prima della malattia. E durante il percorso di sofferenza è diventato un amore viscerale: le settimane in ospedale, la sofferenza al campo di allenamento. Tutto condiviso con gente meravigliosa. Ma anche i tifosi della Lazio sono speciali, non mi hanno mai fatto sentire sola. Amavano Sinisa come quelli del Bologna, sia chiaro. Due ambienti speciali”.

“Il Bologna ha onorato lo stipendio di mio marito fino alla scadenza del contratto a giugno del 2023. Un gesto straordinario, che in un momento di sbandamento mi ha dato delle sicurezze. Il presidente Saputo, Bergamini, Fenucci, Marchetti, Di Vaio: nessuno mi ha dimenticato, una società speciale e una città speciale. Anche con Sabatini c`era un rapporto pazzesco”

Leggi anche:  Borussia Dortmund-Atletico Madrid, alle 21 torna la Champions League: ecco dove vederla e probabili formazioni
Native

Articoli correlati