Top

I curdi accusano: "Attacchi barbari dei turchi, colpite anche le chiese"

In una nota dell'Amministrazione autonoma curda nel nord-est della Siria si denuncia che migliaia di famiglie sono già state costrette a fuggire

Una Chiesa distrutta
Una Chiesa distrutta

globalist

10 Ottobre 2019 - 16.32


Preroll

Morti e feriti provocati da “attacchi barbari da parte dell’esercito turco” nelle zone settentrionali della Siria controllate dai curdi. Molti siti religiosi sono stati colpiti, anche cristiani: come le chiese nelle città di Qamishli, Ain-Issa, Ras al-Ayn e Tal Abyad. 
Lo ha comunicato in una nota l’Amministrazione autonoma curda nel nord-est della Siria, in cui si denuncia anche che ‘migliaia di famiglie’ sono già state costrette a lasciare le loro case. 
“Condanniamo questa campagna barbara che punta ad occupare la nostra regione e a cambiare la sua demografia”, prosegue la nota.
“Noi chiediamo inoltre alla comunità internazionale, al Consiglio di Sicurezza Onu, alla Lega Araba e tutte le organizzazioni per i diritti umani e ai media internazionali di mettere in evidenza queste azioni criminali che stanno accadendo davanti agli occhi del mondo”, si conclude il comunicato.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage