Il Nyt accusa Trump: "ha evaso il fisco per evitare le tasse sull'eredità del padre"
Top

Il Nyt accusa Trump: "ha evaso il fisco per evitare le tasse sull'eredità del padre"

Secondo il quotidiano il presidente americano, "con l'aiuto di una varietà di sistemi di elusione", dei 550 milioni di dollari dovuti al fisco dalla famiglia ne avrebbe pagati solo 52,2. La Casa Bianca: "attacco fuorviante"

Donald Trump
Donald Trump
Preroll

globalist Modifica articolo

3 Ottobre 2018 - 12.19


ATF

Una nuova bufera si è abbattuta sul presidente americano Donald Trump. Secondo un’inchiesta del New York Times il tycoon avrebbe messo in atto “schemi fiscali discutibili”, fra cui “casi di frode palese”, per evitare di versare le imposte di successione sull’eredita del padre, Fred Trump.
Il papà dell’attuale capo della Casa Bianca aveva trasferito oltre un miliardo di dollari ai figli prima di morire nel 1999, un importo su cui il peso fiscale avrebbe dovuto essere di almeno 550 milioni di dollari. I figli hanno tuttavia versato al fisco solo 52,2 milioni di dollari, “con l’aiuto di una varietà di sistemi di elusione”.
Stando all’articolo del Nyt relativo al patrimonio di Trump, l’ex magnate immobiliare è ben lontano dall’avere costruito la sua fortuna da solo come racconta ai sostenitori e nei suoi libri. Citando delle dichiarazioni dei redditi e documenti finanziari confidenziali, il quotidiano afferma che, da quando era giovane a oggi, il tycoon ha beneficiato, come i quattro fratelli e sorelle, dei ricavi dell’impero immobiliare del padre Fred. Secondo il Nyt, l’ammontare totale di questi ricavi equivale oggi a circa 413 milioni di dollari; dall’età di tre anni Donald Trump avrebbe ricevuto 200mila dollari all’anno, e a otto anni era già milionario.
Il New York Times però afferma che parte di questo denaro sarebbe stata ricevuta grazie a evasione fiscale: il presidente e i suoi fratelli e sorelle avrebbero stabilito una società-schermo con il solo obiettivo di coprire le donazioni dei genitori. Donald Trump avrebbe inoltre aiutato il padre a trarre vantaggi non dovuti da deduzioni fiscali per milioni di dollari e a svalutare le sue proprietà immobiliari in modo da ridurre le imposte da pagare al fisco al momento del loro trasferimento ai figli.
Donald Trump e i fratelli e sorelle avrebbero ricevuto in totale dai genitori “una somma ben superiore a un miliardo di dollari”: all’epoca era in vigore un’aliquota del 55% per eredità e donazioni, così avrebbero potuto pagare 550 milioni di dollari, ma secondo il giornale i Trump hanno versato solo 52,2 milioni.
Il Nyt dice di avere spulciato per l’inchiesta centinaia di dichiarazioni dei redditi di Fred Trump e delle sue società; non ha però avuto accesso a quelle di Donald Trump, il quale si è sempre rifiutato di pubblicarle. I genitori di Donald Trump, Fred e Mary Trump, sono morti rispettivamente nel 1999 e nel 2000.
Immediato il commento della Casa Bianca che torna ad accusare il Nyt e altri media americani. “Un attacco – si legge in una nota – fuorviante alla famiglia Trump. L’Irs, il fisco americano, controllò e firmò queste transazioni. Il Nyt e altri media invece di dare notizie sui successi della presidenza attaccano il presidente 24 ore su 24, 7 giorni su 7”.
Intanto in seguito alla pubblicazione dell’inchiesta il servizio delle imposte dello Stato di New York ha avviato un’indagine. “Passerà in rassegna le accuse contenute nell’articolo del New York Times – ha dichiarato un portavoce del New York State Department of Taxation and Finance, James Gazzale – ed esplorerà con determinazione tutte le piste dell’inchiesta”.

Leggi anche:  Quando Trump insultò la memoria di Nelson Mandela e elogiò il regime dell'apartheid
Native

Articoli correlati