Oms: la variante Delta del Covid è ora predominante nel mondo

Secondo Maria van Kerkhove, la variante indiana avrebbe preso il posto di tutte le altre varianti

Terapia intensiva

Terapia intensiva

globalist 22 settembre 2021
La variante Delta del coronavirus ha superato tutte le altre varianti cosiddette Voc ('variant of concern') ed è adesso quella "predominante" a livello mondiale: lo ha reso noto ieri Maria van Kerkhove, responsabile tecnico dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) per la crisi Covid-19. Lo hanno riportato i media internazionali.
"Attualmente circolano meno dell'1% della Alfa, Beta e Gamma. In tutto il mondo è prevalentemente la Delta", ha detto van Kerkhove sottolineando che questa variante è talmente contagiosa che ha preso il posto di tutte le altre in circolazione nel mondo.
Intanto le dosi di vaccino anti-Covid somministrate nel mondo hanno superato quota 6 miliardi. Lo calcola l'Afp.
Quasi il 40% delle inoculazioni (2,18 miliardi) sono avvenute in Cina. Nella graduatoria dei Paesi con più vaccinazioni seguono India (826 milioni) e Stati Uniti (386 milioni).
Forti restano le disparità tra stati ricchi e poveri. In quelli classificati "ad alto reddito" dalla Banca mondiale sono state somministrate in media 124 dosi ogni 100 abitanti, rispetto alle 4 dosi per 100 abitanti in quelli "a basso reddito".
In 3 Paesi - Burundi, Eritrea e North Korea - non risulta inoltre alcuna vaccinazione.