Top

Burioni e Lopalco: "Covid-19 sparirà con il caldo? Speriamo. Ma tornerà a ottobre"

L'ipotesi che il virus possa essere fermato quando le temperature superano i 27 gradi non ha basi scientifiche: "Non è mai apparso sulla faccia della terra e non si può dire niente"

Roberto Burioni
Roberto Burioni

globalist

1 Aprile 2020 - 09.20


Preroll

Il dato certo è che nel sud-est asiatico (dove siamo in estate) o in altre aree calde il Covid-19 c’è e non è stato spazzato via dalla temperatura.
Tuttavia la speranza che con il venire meno del freddo la diffusione possa essere più contenuta esiste.
“Purtroppo nutro dei dubbi sull’influenza di temperature di quel livello sulla circolazione del virus. Ma sperare non guasta”. Così l’epidemiologo Pierluigi Lopalco risponde su Twitter a chi gli domandava se superare i 27° C possa rappresentare un possibile scudo contro il coronavirus.
Gli fa eco il virologo Roberto Burioni: “Posto che è un virus mai apparso sulla faccia della terra e non si può dire niente – scrive sul social – tutti i virus respiratori circolano meno nella bella stagione. Speriamo che questo non faccia eccezione per darci una tregua (perché poi a ottobre torna!)”.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage