Il M5s lascia la Giunta della regione Puglia, Conte: "Vogliamo dare una fortissima scossa"
Top

Il M5s lascia la Giunta della regione Puglia, Conte: "Vogliamo dare una fortissima scossa"

Il M5s esce dalla Giunta regionale della Puglia: "Stiamo leggendo pagine di politica che sono anche di cronaca giudiziaria che fanno tremare i polsi. Non combattiamo solo Meloni e soci, non facciamo sconti nemmeno a chi è nel nostro campo".

Il M5s lascia la Giunta della regione Puglia, Conte: "Vogliamo dare una fortissima scossa"
Il leader M5s Giuseppe Conte
Preroll

globalist Modifica articolo

11 Aprile 2024 - 12.40


ATF

Giuseppe Conte ritira le deleghe del M5s nella giunta della Regione Puglia, dopo i recenti fatti giudiziari che hanno coinvolto alcune amministrazioni locali.

«Stiamo leggendo pagine di politica che sono anche di cronaca giudiziaria che fanno tremare i polsi. Non combattiamo solo Meloni e soci, non facciamo sconti nemmeno a chi è nel nostro campo. Vogliamo dare una fortissima scossa, è il momento di fare pulizia e tabula rasa. Dobbiamo estirpare la cattiva politica. Rinunciamo al nostro ruolo di governo, rimettiamo tutte le deleghe. Il Movimento cinque stelle «ha elaborato un Patto per la legalità che possa vigilare» anche «sui criteri di nomina delle partecipate».  

«Offriremo questo Patto per la legalità alle forze politiche e allo stesso presidente Emiliano» per dare «una svolta a tutto il Paese, a partire dalla Puglia», ha spiegato. «Questo è un patto con i cittadini perché l’onda della legalità travolta la corruzione della politica e dia ossigeno alle istituzioni».

Il Movimento 5 stelle è nella maggioranza che sostiene il presidente della Regione, Michele Emiliano, ed è nella giunta regionale con una sua rappresentante, Rosa Barone, assessora al Welfare, e con una consigliera che ha la delega alla Cultura, Grazia di Bari. Mentre Cristian Casili è vicepresidente del Consiglio regionale.

Leggi anche:  Attacco a Rafah, Conte (M5s): "Netanyahu è contro il diritto umanitario, ma il governo Meloni sa solo astenersi all'Onu"
Native

Articoli correlati