Morti sul lavoro, Orlando (Pd): "Precarietà, subappalti, massimo ribasso: ecco le cause dell'insicurezza"
Top

Morti sul lavoro, Orlando (Pd): "Precarietà, subappalti, massimo ribasso: ecco le cause dell'insicurezza"

Orlando (Pd): «Sappiamo quali sono le cause dell'insicurezza sui posti di lavoro: la precarietà, il subappalto, il massimo ribasso, la debolezza nei controlli».  

Morti sul lavoro, Orlando (Pd): "Precarietà, subappalti, massimo ribasso: ecco le cause dell'insicurezza"
Andrea Orlando
Preroll

globalist Modifica articolo

19 Febbraio 2024 - 11.03


ATF

Andrea Orlando, ex ministro del Lavoro ed esponente del Pd, in un video pubblicato sui social ha parlato della drammatica situazione del lavoro e della sicurezza.

«Sappiamo quali sono le cause dell’insicurezza sui posti di lavoro: la precarietà, il subappalto, il massimo ribasso, la debolezza nei controlli. Diffidate sempre di quelli che vi dicono, tanto su questo come sulle politiche attive del lavoro, della formazione, perché è certamente importante, è fondamentale, ma quelli che vogliono scaricare sui lavoratori tutto il peso della sicurezza stanno barando. Noi abbiamo assunto 2mila ispettori del lavoro, ne assumessero altri 2mila. Nel decreto sicurezza avevamo messo un criterio: se fai il subappalto devi applicare le stesse norme, lo stesso contratto e lo stesso salario dell’azienda che vince l’appalto. Questo vale per il pubblico, estendiamolo al privato».  

«Due settimane fa il Comune di Roma ha firmato un protocollo con l’Ance nel quale si dice che non si fa il subappalto e non si fa il massimo ribasso. Facciamo diventare legge quel protocollo, sottoscritto anche dalle parti sociali. Estendiamo un principio che abbiamo affermato con il 110%. Abbiamo detto che chi usufruisce del Superbonus deve applicare i contratti comparativamente maggiormente rappresentativi. Noi abbiamo deciso che quando un’impresa veniva trovata con una irregolarità doveva essere chiusa». 

Leggi anche:  Strage di Suviana, Bombardieri: "Il problema lavoro è ormai una guerra civile, servono misure immediate"

«Il Professor Giannino dice che è una misura giustizialista, però non è giustizialista se una macchina in strada non è a norma e viene bloccata finché non viene portata a fare la revisione. Perché probabilmente si pensa che il proprio figlio corra un pericolo se va in strada e trova un’auto non a norma, ma si è sicuri che non sarà tra quelli che si fanno male nel caso in cui dovesse capitare un incidente sul lavoro. Ecco cos’è una lettura di classe della società».

Native

Articoli correlati