Migranti, Ilaria Cucchi (Avs): "Dal governo il quarto decreto sul tema, sono ossessionati"
Top

Migranti, Ilaria Cucchi (Avs): "Dal governo il quarto decreto sul tema, sono ossessionati"

Migranti, Ilaria Cucchi al governo: "Questo decreto legge è, per noi, incostituzionale, come lo erano i precedenti. Per questo vi chiediamo di fermarvi".

Migranti, Ilaria Cucchi (Avs): "Dal governo il quarto decreto sul tema, sono ossessionati"
Ilaria Cucchi in visita nel carcere di Opera
Preroll

globalist Modifica articolo

30 Novembre 2023 - 12.06


ATF

Ilaria Cucchi, senatrice di Alleanza Verdi e Sinistra, ha contestato il governo Meloni che ha emesso il quarto decreto legge sul tema migranti. «Il governo affronta per l’ennesima volta un fenomeno strutturale come quello delle migrazioni sempre in chiave e con strumenti squisitamente emergenziali. È la quarta volta che la destra presenta un decreto legge sui migranti. Una vera e propria ossessione».

«La destra e il Governo, invece di affrontare la questione immigrazione con iniziative organiche, in armonia con quanto disposto dall’articolo 10 della Costituzione, dalle convenzioni internazionali, dalla normativa europea, preferisce, anche con una produzione legislativa di qualità discutibile, tanto è vero che, poi, al vaglio della magistratura cade pietosamente, passare di emergenza in emergenza».

«E il susseguirsi di decreti legge ne è la conseguenza. Questo decreto prevede una cosa gravissima come la possibilità di accogliere i minori in strutture per adulti per un periodo lunghissimo in violazione dell’articolo 31 della Costituzione sulla protezione dell’infanzia e della gioventù e della Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza».

Leggi anche:  Autonomia, De Luca: "Meloni stracciarola, mi tira sempre in ballo: la sfido a un dibattito pubblico"

«Con il rischio di una nuova condanna della Corte europea dei diritti dell’uomo per la violazione dell’articolo 3 della CEDU. Questo decreto legge è, per noi, incostituzionale, come lo erano i precedenti. Per questo vi chiediamo di fermarvi».

Native

Articoli correlati