Matteo Ricci (Pd): "Legge Severino e Abuso d'ufficio vanno abrogati, ostacolano i sindaci"
Top

Matteo Ricci (Pd): "Legge Severino e Abuso d'ufficio vanno abrogati, ostacolano i sindaci"

Matteo Ricci (Pd) su legge Severino e Abuso d'ufficio. «Su questo tema da anni ci sono un dibattito e una divisione all'interno del partito. Come amministratori siamo uniti. Ma una parte del gruppo parlamentare ritiene che non sia la strada giusta».

Matteo Ricci (Pd): "Legge Severino e Abuso  d'ufficio vanno abrogati, ostacolano i sindaci"
Matteo Ricci sindaco di Pesaro
Preroll

globalist Modifica articolo

27 Ottobre 2023 - 10.10


ATF

Il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà è stato assolto dalle accuse di abuso d’ufficio, una notizia che il collega di Pesaro Matteo Ricci ha accolto con grande soddisfazione. Intervistato da Qn, l’esponente democratico ha parlato della questione concentrandosi sulle fragilità del sistema.

«Io, che lo conosco, non ha mai dubitato di Falcomatà in una vicenda come questa che dà il senso di due questioni assurde. La prima è l’abuso d’ufficio. Il ministro Nordio ha detto che lo avrebbe abrogato, ma ancora non si è passati dalle parole ai fatti. La vicenda reggina dimostra l’inutilità di una fattispecie che impegna i magistrati e ingenera una paura della firma che ostacola l’azione amministrativa».

La seconda questione è «la legge Severino. Non si capisce perché un amministratore debba decadere dopo il primo grado di giudizio visto che ne sono previsti tre. E’ una legge che va assolutamente modificata: la decadenza da un ruolo deve avvenire quando una persona è condannata in via definitiva. Questo non significa andare contro la magistratura. Il problema riguarda il legislatore, che ha fatto due norme da modificare nell’interesse di tutti».

Leggi anche:  Europee, il Pd esulta: "Risultato molto positivo, ora abbiamo la responsabilità di costruire l'alternativa"

«Su questo tema da anni ci sono un dibattito e una divisione all’interno del partito. Come amministratori siamo uniti. Ma una parte del gruppo parlamentare ritiene che non sia la strada giusta».

Native

Articoli correlati