Gentiloni non risponde agli insulti della destra: "Ci tengo all'Italia, non voglio danneggiarla"
Top

Gentiloni non risponde agli insulti della destra: "Ci tengo all'Italia, non voglio danneggiarla"

Gentiloni non risponde agli insulti della destra: «Non voglio partecipare a polemiche che danneggiano l'Italia. Ci tengo al mio Paese per questo non voglio alimentare queste polemiche e non le alimenterò». 

Gentiloni non risponde agli insulti della destra: "Ci tengo all'Italia, non voglio danneggiarla"
Gentiloni
Preroll

globalist Modifica articolo

11 Settembre 2023 - 12.27


ATF

Paolo Gentiloni, commissario della Ue, a Bruxelles ha preferito non ribattere alle accuse che esponenti del governo Meloni gli hanno lanciato addosso in questi ultimi giorni, Salvini in testa.

«Non voglio partecipare a polemiche che danneggiano l’Italia. Ci tengo al mio Paese per questo non voglio alimentare queste polemiche e non le alimenterò». 

A proposito di Ita, Gentiloni ha risposto: «Non fa parte delle mie competenze, ma è una questione che conosco bene, che mi sta a cuore. Nell’ambito delle responsabilità collegiali della Commissione cercherò di affrontarla. È una questione che ci trasciniamo da tempo e credo meriti una soluzione. Penso che il Governo abbia lavorato molto per individuare questa soluzione e confido nel fatto che la Commissione europea riconosca l’importanza di questo lavoro».  

Il rallentamento della crescita «non è particolarmente italiano ma coinvolge diversi paesi e ho fiducia che l’economia italiana come ha mostrato in tanti occasioni possa reagire in modo positivo». 

Le previsioni per l’Italia «sono in linea con l’eurozona e l’Ue» e legate tra l’altro al «calo della domanda interna». La seconda motivazione «è la difficoltà dell’industria». 

Leggi anche:  L'Autonomia differenziata è legge, in aula sventolano bandiere padane. Avs: "Vergogna, un oltraggio alla Repubblica"

Poi «la stretta monetaria che influisce sulla crescita di tutti i Paesi ha un ruolo particolare in un paese in cui dal finanziamento delle banche dipende molto degli investimenti in economia, relativamente più che in altri paesi europei».  

Native

Articoli correlati