Sostituzione etnica, Roccella difende Lollobrigida: "Dalla sinistra solo ideologia globalista"
Top

Sostituzione etnica, Roccella difende Lollobrigida: "Dalla sinistra solo ideologia globalista"

La ministra Roccella su Lollobrigida: "La verità è che la sinistra non vuole una cultura che stimoli il lavoro e la natalità, ma vuole che altri si facciano carico delle esigenze dell'Italia in termini di forza lavoro e di ricambio generazionale". 

Sostituzione etnica, Roccella difende Lollobrigida: "Dalla sinistra solo ideologia globalista"
Eugenia Roccella
Preroll

globalist Modifica articolo

19 Aprile 2023 - 12.54


ATF

Un governo retrogrado e reazionario, quello guidato da Giorgia Meloni. La peggiore estrema destra che, anche nelle ultime parole del ministro Lollobrigida, si è palesata senza filtri. La ministra delle Pari Opportunità Eugenia Roccella, con un post su Facebook ha difeso Francesco Lollobrigida, prendendosela con l’opposizione che ha criticato le vergognose parole del ministro.

«Le invettive contro il ministro Lollobrigida, oltre che una deriva polemica che si attacca a ogni pretesto, rivelano quale sia l’ideologia che ha contributo a portare questo Paese nella morsa del gelo demografico che oggi lo stringe. La verità è che la sinistra non vuole una cultura che stimoli il lavoro e la natalità, ma vuole che altri si facciano carico delle esigenze dell’Italia in termini di forza lavoro e di ricambio generazionale». 

«Dietro la spinta per l’immigrazione incontrollata – sottolinea – non c’è altruismo. C’è invece l’idea di appaltare a Paesi terzi quello che secondo l’ideologia globalista e falsamente buonista della sinistra, che per decenni ha imperato nel nostro Paese, non si dovrebbe più fare: i figli e i lavori meno patinati. Se dopo tanti anni di governi di sinistra in Italia si fanno sempre meno figli, i motivi sono anche culturali. Fare figli è diventato qualcosa di socialmente poco premiante. Ma siccome di figli c’è bisogno, l’incombenza può essere appaltata ad altri Paesi, preferibilmente poveri. È un’ideologia globalista che – conclude – sottintende un neo-colonialismo strisciante e che, con la circolazione incontrollata della forza lavoro, lascia ai privilegiati i loro privilegi e ai poveri la povertà».

Leggi anche:  Ilaria Salis ai domiciliari, il padre: "Grazie al governo Meloni? No, è merito del clamore e della candidatura"
Native

Articoli correlati