Gemmato chiede scusa: "Se Giorgia Meloni lo vorrà farò un passo indietro..."
Top

Gemmato chiede scusa: "Se Giorgia Meloni lo vorrà farò un passo indietro..."

"I vaccini sono serviti in una determinata fase storica, quella pandemica, mentre ora siamo in un'altra fase, quella endemica. Basta citare gli ultimi dati Agenas, che registrano un'occupazione del 2% dei posti di terapia intensiva nei nostri ospedali".

Gemmato chiede scusa: "Se Giorgia Meloni lo vorrà farò un passo indietro..."
Marcello Gemmato
Preroll

globalist Modifica articolo

16 Novembre 2022 - 09.40


ATF

Marcello Gemmato è finito nella bufera dopo le sue dichiarazioni a “Restart” su Rai 2, a proposito dei vaccini anti Covid. Il sottosegretario alla Salute, per il quale l’opposizione intera ha chiesto le dimissioni, ha parlato con diversi quotidiani provando a spiegare la propria posizione.

“Mi sono espresso male, o mi hanno frainteso. Io cercavo solo di sottolineare la totale inefficacia dell’azione dei precedenti governi durante la pandemia. Mi trovavo a un dibattito televisivo, parlavo di carenze nell’assistenza sanitaria che hanno portato il nostro Paese a essere per una parte della pandemia primo come mortalità e terzo per morbilità”.

Quando gli vengono ricordati i numeri, che indicano l’Italia terza per mortalità nel 2020, poi cinquantunesima nel 2021, risponde: “Io ho altre fonti, comunque abbiamo avuto un numero alto di morti, quasi 180mila. L’altra sera volevo parlare di questo, di cose come l’assenza di un piano pandemico nazionale o la carenza di assistenza territoriale. So che i vaccini hanno funzionato, li hanno fatti il 90% degli italiani”.

Leggi anche:  Europee, Renzi: "Giorgia Meloni commette un tragico errore e mette l'Italia dalla parte sbagliata con le estreme destre"

“Volevo ancorare la discussione al comportamento solo ideologico tenuto dai precedenti governi nel corso dell’ emergenza provocata dal Coronavirus, ma capisco e ammetto di essere stato poco felice nella mia espressione. Devo fare ammenda? La faccio. Devo dire che sono vaccinato? Lo dico. Mi sembrerebbe anche stupido non esserlo, visto che sono un farmacista. Tra l’altro, ero obbligato. Noi siamo contro l’obbligo ma comunque consigliamo il vaccino a chi è a rischio, anche per lavoro”.

“I vaccini sono serviti in una determinata fase storica, quella pandemica, mentre ora siamo in un’altra fase, quella endemica. Basta citare gli ultimi dati Agenas, che registrano un’occupazione del 2% dei posti di terapia intensiva nei nostri ospedali”.

Il sottosegretario non pensa a dimettersi (“Rientra tutto nel dibattito politico”), lo farebbe “solo se me lo chiede Giorgia” e si dice “stupefatto” delle “polemiche strumentali che sono state costruite su parole decontestualizzate”.

Native

Articoli correlati