Top

Boschi: "Il centro riformista è possibile ma con Calenda la pace è necessaria"

Maria Elena Boschi, capogruppo di Italia viva alla Camera: "Calenda è altalenante nei rapporti, ma Renzi ha fatto tanto per lui".

Boschi: "Il centro riformista è possibile ma con Calenda la pace è necessaria"
Maria Elena Boschi

globalist

15 Giugno 2022 - 11.22


Preroll

Il centro ha potenzialità? Forse. Ma troppi galli nel pollaio o troppe ostilità. Calenda contro Renzi e Mastella, Italia Viva polemica con Azione. «Come numero di sindaci eletti al primo turno ha vinto il centrodestra. Non avevano mai preso tanti sindaci, tutti insieme, al primo turno. Però Salvini e Meloni stanno discutendo, e questo oscura il successo della destra». Lo afferma Maria Elena Boschi, capogruppo di Italia viva alla Camera, commentando le elezioni amministrative.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Per quanto riguarda il risultato del Movimento 5 Stelle Boschi spiega che «Conte è un re Mida al contrario: i dati dicono che non porta consenso, lo toglie. Ormai abbiamo più sindaci noi di Italia viva rispetto a loro». Secondo l’ex ministro quella del grande centro riformista «è una strada non solo possibile, ma anche doverosa. Perché Calenda sia così altalenante nei rapporti con gli altri deve chiederlo a lui. Certo, non può lamentarsi di quello che Matteo ha fatto per lui. Renzi, infatti, lo ha nominato ministro, viceministro, ambasciatore. Lo ha sostenuto sia per il Parlamento europeo che per Roma».

Middle placement Mobile

«La pace non solo è possibile, ma necessaria: lo hanno capito tutti i numerosi protagonisti del centro riformista – conclude – E presto dovrà accettarlo anche Calenda. Tutti insieme con umiltà: servono i voti di tutti, non i veti di qualcuno».

Dynamic 1
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile