Top

Salvini tace sui massacri di Bucha e si preoccupa invece degli evasori fiscali

La guerra, per Matteo Salvini, è uno strumento per portare avanti la sua campagna a favore degli evasori fiscali.

Salvini tace sui massacri di Bucha e si preoccupa invece degli evasori fiscali
Matteo Salvini

globalist Modifica articolo

3 Aprile 2022 - 16.23


Preroll

Della strage di Bucha sui social di Matteo di Salvini non si legge una parola. Il mondo intero stamattina ha dovuto fare i conti con una nuova realtà devastante, con la consapevolezza che la Russia ha oltrepassato un’ennesima linea rossa. 

OutStream Desktop
Top right Mobile

E mentre c’è ancora chi, davanti a scene del genere, riesce a fare dei distinguo, accusa i giornalisti di essere guerrafondai, a trovare giustificazioni per questo mattatoio voluto da Putin, Salvini ha una sola preoccupazione: la pace fiscale. 

Middle placement Mobile

“Bloccare, rottamare, rateizzare cartelle esattoriali impossibili da pagare sarebbe un atto di giustizia nei confronti di milioni di italiani che, dopo pandemia e guerra, rischiano di perdere tutto. Incredibile che la sinistra si opponga a una rinnovata e doverosa Pace Fiscale” scrive Salvini. 

Dynamic 1

La guerra, per il leghista, è uno strumento per portare avanti la sua campagna a favore degli evasori fiscali. Chi ha evaso le tasse per anni non può preoccuparsi delle conseguenze della guerra in Ucraina. 

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile